Storie dell’altro mondo
14 Agosto Ago 2013 1005 14 agosto 2013

Gael García Bernal visita i rifugiati siriani con Oxfam

Gael Garcia Bernal, ambasciatore di Oxfam, ha incontrato in questi giorni alcune famiglie di profughi siriani in Giordania, dove è impegnato nelle riprese di Rosewater, il film di cui è protagonista, diretto da Jon Stewart.

Gael Garcia Bernal parla con Hussein al-Muhammad, un abitante della tendopoli di Tneib, a Sud di Amman. “Eravamo marginalizzati in Siria e adesso, come rifugiati, siamo ugualmente messi da parte. La gente non è interessata ai nostri problemi", ci ha detto.

Gael Garcia Bernal con una famiglia siriana che ha ricevuto denaro e vouchers per l'acquisto di articoli sanitari da Oxfam. La famiglia, 15 persone, vive in un appartamento di 4 stanze. Uno dei principali problemi che i rifugiati siriani sono chiamati ad affrontare è quello degli alti prezzi degli affitti.

Gael Garcia Bernal e Hussein al-Muhammad, a Tneib. Hussein è entrato in Giordania come rifugiato 10 mesi fa. Ha una moglie e 5 figli. "I filtri per l'acqua che Oxfam ci ha dato significano acqua pulita e sicura da bere. Prima i nostri bambini si ammalavano".

Sa’eed Qahwaji racconta a Gael Garcia Bernal delle difficoltà che la sua famiglia ha affrontato da quando hanno lasciato la Siria. Sa’eed ha lavorato come muratore a Damasco ed è fuggito 6 mesi fa, temendo per la sicurezza della sua famiglia. Ha ricevuto un voucher per l'igiene, che consentirà ai suoi di acquistare pannolini per i bambini, sapone, shampoo e altri prodotti dai negozi convenzionati della zona.

Gael distribuisce i voucher alle famiglie di rifugiati. Sono circa100 le famiglie siriane che vivono nella tendopoli di Tneib. Oxfam le sta aiutando fornendo denaro e voucher, in modo che possano acquistare medicine, cibo, abiti. Oxfam ha fornito anche filtri per l'acqua. Credits: Salah Malkawi/Oxfam

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook