Guapita Tondita
3 Settembre Set 2013 1147 03 settembre 2013

STRESS DA RIENTRO: ERA PIU' BELLO #INOGNIDOVE, NON QUI

In vacanza è tutto più bello. Eccomi attaccare questo post con la frase più banale e scontata che mai.
Il cappuccino come lo fanno ai bagni Maria Playa 124 non lo fanno da nessuna parte
E chi lo ha mai visto un cielo così, a Milano c'è solo la nebbia, lo smog anche a giugno ( beh, qui un po' è vero!)
E' più bello, rilassante, armonioso, divertente, godereccio, goloso, gioioso, attraente, spensierato, buono, gustoso. Tutto è più vacanza rispetto a casa, persino la Coca-Cola da condividere con l'Amicizia è più buona ( anche se non la condividete ogni due per tre su Instagram. La felicità lascia il posto al rompimento di santissimi...).
Dopotutto è così: quando sei con gli amici o con il moroso, spaparanzato sul lettino con un buon libro e un te freddo sul tavolinetto appiccicato al palo dell'ombrellone come fai a stare male? Eppure c' è chi, come il Presidente della Società europea di Psichiatria, sostiene che lo stress da rientro dalle vacanze sia una pura invenzione, un malessere generato da paturnie inutili.
Menosi che non siete altro voi che tornate in città dopo il mare, il sole, i baci, i tuffi, le mangiate, le dormite e le risate e vi sentite a terra e con il muso che tocca la punta delle scarpe.

CONTINUA SU Guapita Tondita blog

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook