Davide, Alessandro e Andrea
Failcaffè
16 Settembre Set 2013 1720 16 settembre 2013

Arrivederci Rita ciao

Sudorazione fredda e tremolio alla mano che afferra debolmente il telecomando, una settimana fa, quando su Rete4 inizia Forum. Dov’è Rita? Dov’è? Probabilmente quando la notizia del suo abbandono di Mediaset è passata per televisioni e giornali mi sono automaticamente chiusa in me stessa facendo finta di non vedere e non sapere, e ora mi trovo spiattellata in faccia la realtà, terribile quale è. Rita Dalla Chiesa non condurrà più Forum.

A sapere quello che d’ora in poi ci perderemo c’è davvero da cambiare guardaroba e iniziare a vestirsi di nero, come il lutto prevede. Al suo posto un’insipida Palombelli che si vede lontano mille chilometri che non ci mette lo stesso cuore della nostra Rita. Ora mi chiedo con quale coraggio si possa ingannare così subdolamente lo spettatore mettendo sempre la stessa sigla, lo stesso nome e poi far trovare un programma così radicalmente cambiato, perché Rita si è portata con sé tanto altro, e non solo il suo cuore grande e la sua smisurata empatia con i casi che quotidianamente affrontava.

I diritti dei cagnolini. Dove andranno a finire i diritti dei cagnolini, dei cuccioli e di tutto il regno animale? Caso di lite coniugale: sette figli a carico di cui tre con problemi di droga e due di alcoolismo, violenze domestiche, il marito che si era giocato anche la casa, la moglie che aveva perso il lavoro; era Rita che risvegliava le coscienze, che puntava la luce su ciò che noi, pubblico gregge, non coglievamo: ma chi dà da mangiare al cane, povera bestia?

Marco e Fabrizio. No, mi spiace ma non posso accettare che a chiamare il giudice, sistemare sedie e poltrone, portare il microfono per tutto lo studio siano state messe le due solite bonazze che dei sorrisi pacioni e dell’accoglienza da bar di paese di Marco e Fabrizio non hanno nulla. Ora, aria funerea e tristezza a palate.

La giuria popolare. E forse questo è l’elemento più triste e difficile da accettare. I due contendenti parlavano, il giudice ascoltava, si ritirava per deliberare e si aprivano le danze: il popolo parlava. Ora pare che lo spazio al pubblico sia stato ridotto a qualche breve intervento affiancato poi da approfondimenti a stampo giornalistico. Ma che è? Report? Per favore restituitemi Alex, pischello ultralampadato palestrato, portavoce di una buona fetta del Paese; Alessio, il “buon padre di famiglia” tanto citato nei Codici, esempio dei valori di un tempo, appena uscito dal libro Cuore; Arnaldo, maschilista verace, causa della celebre bestemmia che aveva messo in luce il personaggio dimesso della Timorata Di Dio. Ma chi ce lo riporta indietro questo meraviglioso affresco italiano che neanche Fellini all’apice della sua carriera?

Che vita senza Rita. Pare che abbia raggiunto terre più sicure su La7, dove sicuramente verrà apprezzato lo stile innato e la sua sensibilità. Felici per lei ma ancora sconvolti dai cambiamenti in fondo speriamo che torni a casa.

Ritornerai, lo so ritornerai…

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook