Kaleidoscopio
21 Settembre Set 2013 1940 21 settembre 2013

Milano - City 2.0

“Sembra di essere a Berlino in questa piazza!”

“Se Milano fosse sempre come stasera, quasi quasi ci vivrei!”

“Milano stasera mi ricorda NY. La luna piena alta nel cielo e discorsi che riempiono il cuore.“

“Tappeti a terra e cuscini. Atmosfera naif per la città che vogliamo.”

“Evento fighissimo. Sogni e gelato.”

Sono questi alcuni dei commenti che ho raccolto ieri sera, in occasione di un evento organizzato dal Comune di Milano, sul futuro della città. Si tratta di una conferenza TEDx trasmessa in contemporanea in 138 paesi nel mondo, dal titolo City 2.0. Una conferenza con quattro sessioni dai titoli evocativi: Ridefinire la Cittadinanza, Immaginare la città del futuro, Reinventare l’esperienza urbana e Ridisegnare la geografia. Due sessioni live, altre due in differita dalle 19.00 alle 23.00. La location è la modernissima piazza Gae Aulenti. Una piazza così nuova e avveniristica che i Milanesi ancora faticano a collocarla sulla mappa cittadina.


Ai piedi della torre progettata dall’argentino Cèsar Pelli, ci sono esperti di città, visionari, policy maker, costruttori, innovatori urbani e soprattutto tanti cittadini curiosi. Gli occhi sono fissi sul maxischermo, il naso all’insù, le orecchie raccolgono le idee di chi ha fatto dello spazio urbano il catalizzatore dell’innovazione. E’ un momento intenso di condivisione collettiva su dove stanno andando le città del mondo. E su che sterzata bisognerebbe imprimere loro per vivere meglio. E’ un momento in cui la propria coscienza civica viene scossa fortemente. Mi colpisce un’applicazione per geolocalizzare gli spazi silenziosi nelle città, così come il progetto di un architetto americano che, dopo aver perso la vista nel 2008, sta dedicando la sua vita a rendere più vivibili le città per i non vedenti. Le immagini durante la serata si susseguono sul maxischermo con forte impatto visivo. Fotografie di baraccopoli. Prototipi di progetti innovativi per l’efficientamento energetico. Parchi pedonali.

Non aggiungo altro. Per chi si è perso l'atmosfera magica di ieri sera, può lasciarsi ispirare qui.

Su twitter @gerardomagaldi

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook