L’Altro Cinema
23 Settembre Set 2013 1110 23 settembre 2013

Dall'alba al tramonto, giorno di ordinaria vita a Gaza

Gaza City. Decine di mante si sono arenate sulla spiaggia e i pescatori accorrono da tutta la Striscia per accaparrarsi un po' di carne fresca. La città si è appena svegliata: Antar sprona il fratello ad alzarsi, nel pomeriggio inciderà il suo primo pezzo musicale; Rehab fuma assorta nei suoi pensieri e Noor si trucca per farsi bella davanti alle telecamere. Gli spari dei fucili ricordano a Jabber che vive nella zona cuscinetto che separa Gaza da Israele, intanto un corteo si snoda per le strade: qui Moemen, professione fotografo, continua a fare il suo lavoro nonostante le profonde ferite di guerra. Mentre al porto una barca rientra con lo scafo crivellato di colpi, il canto del muezzin comincia a diffondersi nell'aria, segno che la preghiera collettiva può finalmente avere inizio.

Ecco la vita come si snoda da mattina a sera nel martoriato lembo di terra del Mediterraneo: tutto ripreso dalle telecamere del documentario Striplife - Gaza in a Day. Il film, realizzato da videomakers italiani e palestinesi, vuole descrivere la vita quotidiana a Gaza, in particolare quella delle giovani generazioni che non si arrendono e resistono alla guerra e all'embargo. Fino al prossimo 31 ottobre è possibile contribuire su Produzioni dal Basso al finanziamento di questo progetto cinematografico collettivo. Intanto ecco un teaser del film.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook