Massimo Sorci
Attentialcane
29 Settembre Set 2013 1917 29 settembre 2013

Barilla: se la deriva eticista sostituisce la lotta di classe

Vorrei dire solo una cosa sulla faccenda Guido Barilla. Il boicottatore collettivo di sinistra, questo indignato permanente per la difesa dei diritti civili, questo carezzatore delle minoranze purchessiano, mi ha fatto pensare a una frase di Mario Tronti intervistato qualche giorno fa da Repubblica. Possibile che di Barilla l’unica cosa di sinistra da dire sia che discrimina i gay?

Vede, (…) si cade nella deriva eticista”.

Può spiegare meglio?

La cosiddetta sinistra dei diritti, maggioritaria oggi. Quella che si limita a difendere un certo elenco di diritti civili, presentandoli come valori generali. Finisce per essere un intellettualismo di massa, un consolatorio scambio al ribasso. Basta qualche battaglia contro l’immoralità e ti senti a posto dentro questa società”.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook