Alessandro Da Rold
Portineria Milano
2 Ottobre Ott 2013 1850 02 ottobre 2013

Ira moderati vs Sallusti: "Scriva Berlusconi traditore"

Gli strascichi della fiducia al governo Letta da parte di Silvio Berlusconi arrivano fino in via Negri a Milano, sede del Giornale diretto da Alessandro Sallusti. Dopo l'evocazione del metodo Boffo due giorni fa e lo scontro con Fabrizio Cicchitto a Ballarò, è stato Maurizio Lupi, il ministro alle Infrastrutture, dopo la fine dei lavori a palazzo Madama, a togliersi qualche sassolino dalla scarpa e a dire ai suoi: "Ora al Giornale dovrebbero scrivere un bell'editoriale dal titolo: "Berlusconi è il traditore". Sono battute a caldo, ma rappresentano lo stato di fibrillazione del Popolo della Libertà alle prese con la spaccatura voluta da Cicchito a Montecitorio e da Roberto Formigoni in Senato. Divisione che non è ancora stata realizzata e su cui, a quanto pare, si sta giocando il confronto tra Alfano e Berlusconi. Ma anche Cicchitto ha mosso una critica al direttore del Giornale durante il suo intervento alla Camera chiedendo un'autocritica a Sallusti. "Certo sono corse parole dure come pietre, specie quando si evoca la dimensione politica del tradimento", ha spiegato. E alla fine pure Daniela Santanché, deputato e compagna del direttore del quotidiano di via Negri, ha replicato: "Forse ha perso la memoria. Il leader del centrodestra lo hanno gia' deciso gli elettori. E si chiama Silvio Berlusconi". E domani sul Giornale si preannunciano nuovi articoli sui traditori. La battaglia continua.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook