La schiena di Gino
9 Ottobre Ott 2013 1707 09 ottobre 2013

Il "meraviglioso viaggio" della vita (Damien Hirst)

«L’unica gioia al mondo», osserva Cesare Pavese ne Il mestiere di vivere, «è cominciare». Infatti, «è bello vivere perché vivere è cominciare, sempre, ad ogni istante».

Al vivere e al cominciare è dedicata The Miraculous Journey di Damien Hirst. Un'opera che sembra voler mostrare tanto la fragilità, quanto la bellezza della vita umana. Lunedì sera, accompagnate dal suono di un battito del cuore amplificato, di fronte al Sidra Medical and Research di Doha (Qatar), sono state svelate 14 monumentali sculture in bronzo dell'artista britannico,che rappresentano la concezione e la nascita dell'uomo.

L'inizio della vita. Il suo cominciare. Una bellezza che - come affermava Pavese - comincia in ogni istante. Una gioia - come ci mostra Hirst - che, nella sua straordinaria normalità, risulta sorprendente.

Twitter: @LucaG_Castellin

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook