Sere-ndipity
13 Ottobre Ott 2013 1914 13 ottobre 2013

16 anni, scopre il test diagnosi del cancro al pancreas

Non è un dottorando ne’ uno scienziato. E questo perché la sua tenerissima età non glielo permetterebbe. Ha solo 16 anni, si chiama Jake Andraka e nelle sue ore di scienza a scuola si è reso artefice di un’invenzione non ancora da Premio Nobel, ma almeno del riconoscimento dell’Intel International Science and Engeneering Fair, il concorso mondiale per la ricerca scientifica pre-universitaria.

Il giovanissimo studente di una High School del Maryland racconta della sua scoperta usando la parola creatività piuttosto che conoscenza. E questo perché la sua intuizione è arrivata in seguito ad una tragedia personale, un amico che muore a causa di un cancro al pancreas e lo shock quando scopre che non ci sono test preliminari per diagnosticarlo. Figlio della generazione di Google e Wikipedia come fonti di conoscenza, ha cominciato la sua ricerca sui nuovi metodi per combattere il cancro nelle prime fasi dopo la diagnosi, ammettendo l’ingenuità che - da teenager - suona anche divertente. “Prima della malattia del mio amico, infatti, non sapevo neanche di avere un organo chiamato pancreas” racconta in un’intervista alla CBS.

Una proteina chiamata mesotelina è considerata una delle cause del tumore e Jake avrebbe inventato un processo che ne identifica la presenza nel sangue. Un processo creativo con l'invenzione di una striscia rivestita di carbonio che, posta in un macchinario da lui stesso costruito, potrebbe individuare i valori alti di mesotelina.
Nonostante l’invenzione non sia stata ancora approvata dalla comunità scientifica come definitiva, in molti credono che l’idea sia rivoluzionaria. Come spesso succede nel campo della ricerca, su 200 richieste inviate nei centri di ricerca del mondo, ha ricevuto 199 rifiuti e una sola risposta positiva, quella dell’oncologo Anirban Maitra. L'ex docente della Johns Hopkins School of Medicine ha voluto dare al giovane scienziato l’opportunità di usare il suo laboratorio garantendo anche la personale supervisione. Una dimostrazione di fiducia tale da portare il ricercatore di fama internazionale ad avviare una ricerca nel centro sul cancro della University del Texas.

Il test di Andraka ha ricevuto il premio durante la Intel International Science and Engeneering Fair, con finanziamenti per 100 mila dollari. Soldi che per ora il giovanissimo scienziato userà per cominciare i suoi studi universitari, piuttosto costosi in America. Il test di Andraka è stato ora brevettato e spera di poterlo vendere presto a un’azienda farmaceutica che possa investire su ulteriori ricerche. Le probabilità non sembrano tuttavia remote, visto la sua presenza fissa nelle più importanti conferenze mediche del mondo, con ospiti di primo piano come il Presidente americano, e il suo nome su riviste scientifiche o siti web come il Society for Science and the Public web site.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook