Alessia Di Consiglio-Levi
Chutznikit
14 Ottobre Ott 2013 0922 14 ottobre 2013

Tel Aviv: le start-up della città aprono al pubblico

Bella iniziativa quella che si terrà questa settimana a Tel Aviv. Mercoledì e Giovedì le start-up della città aprono le porte ai visitatori! L'iniziativa "Open Startup", organizzata da Tel Aviv Global and Turism, agenzia del comune creata al fine di elevare la posizione della città a livello globale, vede una sessantina di aziende coinvolte, solo una piccola parte delle start-up di Tel Aviv, che sono oltre 700.

Un'esperienza sicuramente interessante per gli investitori, ma anche per i turisti ed i cittadini della città (5a al mondo come migliore luogo per aprire una start-up), che pur vivendo nella start-up nation conoscono minimamente il dietro le quinte di applicazioni ormai entrate nell'uso quotidiano come Moovit (il trasporto pubblico in tempo reale) e GetTaxi (ovunque sei, ordini un taxi, guardi chi è il conducente e tra quanto arriverà e poi lo voti alla fine della corsa).

L'iniziativa è aperta a un pubblico di tutte le età. Ci sono anche eventi specifici per bambini dai 3 ai 10 anni, al fine di interessarli al mondo della tecnologia in maniera divertente.

Ovviamente è stata creata un'applicazione apposita per l'iniziativa, che include non solo la lista delle aziende aderenti, ma propone dei tour per categoria di pubblico. Ci sono i tour per famiglie, giovani e studenti, per principianti e smanettoni (geek).

Ho già avuto modo di visitare start-up come Wix (piattaforma per la creazione di siti internet; i suoi impiegati godono - tra le altre cose - di vista sul mare e aperitivo sul tetto per tutta l'azienda ogni giovedì sera) e sono molto curiosa di visitare GetTaxi - che uso spessissimo - e il centro di ricerca di Ebay aperto qui due anni fa. Mi incuriosiscono anche start-up ancora semi-sconosciute come TourPal e Roomer Travel, che offrono ottime soluzioni per chi viaggia.

Penso proprio che ne vedremo delle belle.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook