Luca Barni
Banchiere di provincia
25 Ottobre Ott 2013 0703 25 ottobre 2013

Che stress l’esame in banca

Lavori in corso per l’Unione bancaria europea e stress test sugli attivi delle maggiori banche del Vecchio Continente alla ribalta in questi giorni sulla stampa, con tanto di dichiarazioni. Una per tutte, quella del Presidente della Bce, Mario Draghi: “saremo inflessibili con tutti”. Benissimo l’inflessibilità dopo tanti anni di finanza allegra, ma ci siamo chiesti chi sono i “tutti” sotto la lente d’ingrandimento? Se le 128 banche sottoposte agli stress test valgono circa l’85% del mercato finanziario europeo, che ne conta migliaia, possiamo veramente parlare di libera concorrenza? Se concorrenza c’è, si deve a quel 15% di piccole banche che garantiscono pluralità sul mercato e cui sono personalmente orgoglioso di appartenere, ma che vedo minacciate dall’Unione bancaria del 2014. Ve ne potete rendere conto guardando la tabella pubblicata giovedì 24 ottobre da Il Sole 24 Ore, con il check up dei colossi del credito in Europa. Se le regole per l’Unione bancaria, valide quindi per tutti, scaturiranno dagli stress test effettuati sulle big, come si potrà tutelare quella biodiversità che è garanzia di pluralismo nel mondo bancario europeo? E se soltanto le grandi sono oggetto di test, chi discuterà con i tecnocrati europei, se non loro, sulle normative? Domanda che temo retorica: la tecnocrazia europea terrà in debita considerazione le enormi differenze fra le 128 banche e le altre? Quindi, come sarà lo scenario finanziario tra cinque-dieci anni, quando l’Unione sarà a regime? Sarà stata tutelata la libera concorrenza, ergo ci saranno le condizioni per le piccole banche di continuare a operare nei territori per cui sono nate e in cui sono cresciute? Dalla tabella vediamo che tutti hanno problemi, anche chi si erge a giudice del bene e del male. Sarebbe questo il futuro che ci aspetta?

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook