Alessandra di Canossa
Doppio (s)malto
20 Novembre Nov 2013 1534 20 novembre 2013

Matteo Renzi da Mr Bean a Richard Gere grazie a Photoshop

Cosa hanno in comune il salva-euro di Mc Donald’s, il Rottamatutto di Euronics e Amici di Maria De Filippi?

Apparentemente nulla, forse un economista che sogna di fare il cantante? Un affamato in cerca di elettrodomestici?

No, il salvatore della patria da rottamare di pelle vestito… altrimenti detto anche Matteo Renzi.

La copertina che Vanity Fair gli dedica questa settimana titola: “Il salva-Italia”, seguito da un più realistico virgolettato “Io, almeno, ci provo”.

Non per accanirsi sempre su di lui, ma non c’è molto altro in giro! Se togliamo una che dovrebbe fare la nonna che telefona troppo e uno che dovrebbe andare in pensione con un pigiama a righe, il panorama politico non offre molto!

Ebbene, come dicevo prima, il caro Matteo Renzi, il comunicatore, l’amante del marketing e della visibilità, è finito questa settimana in copertina su Vanity Fair. Sarà una casualità, il fatto che la sua intervista esca pochi giorni prima del cinquantesimo anniversario della morte di JFK cui il fiorentino sembra volersi ispirare?

Un’intervista, come si dice, a 360 gradi su Renzi politico. Non che si sia spinto troppo in là dandoci delle anticipazioni folli o delle novità da strapparsi i capelli, ma almeno 10 pagine di parole, claim e foto per dirci che cosa vorrà fare da grande.

Ma la cosa tragica però non è sapere che da grande lui vorrebbe fare il presentatore televisivo (sarà mica stata Maria De Filippi a mettergli in testa questa strana idea?), ma le foto che accompagnano l’articolo.

Vada per la solita camicia bianca con le maniche arrotolate che fa tanto politico alla pari, ma quella faccia da seduttore, noooooo!!!!

In alcune foto sembra aggredire l’obiettivo del fotografo manco fosse Ridge Forrester in una di quelle inquadrature infinite di Beautiful dove sembrano tutti imbalsamati a mascella serrata; in altre sembra Alessandro Gassman appena uscito dalle riprese della fiction “una grande famiglia”; in altre ancora si atteggia a Richard Gere che aspetta la preda in America Gigolo.

Sinistra o non sinistra, Tv o non tv, primarie o non primarie, speriamo che Renzi la smetta di usare photoshop… con tutto il rispetto ma nessuno può passare da Mister Bean ad American Gigolo usando solo una macchina fotografica!

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook