In viaggio con Tancredi
22 Novembre Nov 2013 1337 22 novembre 2013

Sui binari

Dentro Tancredi con maglione blu e sciarpa rossa, fuori una sequenza di pale eoliche conficcate in mezzo al mare. Bellissime. Tancredi ha vissuto il suo primo viaggio in treno senza sapere che fosse davvero il primo e, soprattutto, senza rendersi ancora conto del fascino che hanno le cose fatte per la prima volta. Attraversando in treno un ponte che lo ha condotto da un paese all'altro del nord Europa, Tancredi ha creduto di stare seduto su una sedia spinta da un uomo invisibile: un gioco divertente e magico. Durato poco, perché tra il punto di partenza e quello d'arrivo, sono passati non più di 25 minuti. Il tempo giusto per capire che anche stando fermi, a volte, ci si muove. 

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook