Sogni di merito
27 Novembre Nov 2013 1208 27 novembre 2013

La decadenza di Berlusconi ci renderà tutti ricchi e felici


Berlusconi, da decaduto renderà tutti migliori.

Dati alla mano, con i tagli alle tasse del governo si guadagnerà in più al massimo 3,50 euro al mese, 40 euro abbondanti all'anno (ma solo se si guadagnano 15.000 euro l'anno, perché se si guadagna di più o di meno, il "bonus" è minore).

Ma oggi stanno a votare se un ultra 70enne può stare o no in Senato, quando per batterlo basterebbe tagliare le tasse e aumentare le busta paga di più di quanto già ridicolmente fatto.
 

E invece lui, che è più furbo di questi scemetti, va all'opposizione. Dirà che fanno fuori il "capo dell'opposizione", farà il martire e lo avremo ancora più forte di prima. 
 

Se ci fosse un vero leader che riuscisse a far sognare le masse e che ottenesse la fiducia degli italiani, un grande politico che pensasse al bene dell'Italia, un governo che facesse riforme importanti, stabili ed utili, Berlusconi non solo non sarebbe ancora qui con le nullità del parlamento costrette ad eliminarlo con mezzucci ad hoc, ma avrebbe sì e no il consenso di Storace. 
E se ne sarebbe già andato all'estero da solo.
 

Se invece è ancora qui, è perché TUTTI quelli che ci sono in alternativa non valgono un cazzo più di lui. 
E non è che se lo fanno decadere diventa tutto bello, riappare il lavoro e tornano 16 gradi. Anzi, effetto inverso gli si rifila energia.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook