Storie digitali
14 Febbraio Feb 2014 1717 14 febbraio 2014

MakeItApp, la fucina delle app Made in Italy

Una piattaforma per creare applicazioni aperta a tutti, collega inventori, coders e creativi al mercato. L'idea di una startup di Milano: “Una app in crowdsourcing é prima già prima in classifica”.
MakeItAppè un social collaborative network per creare app insieme. “Gli utenti di MakeItApp sono persone che hanno un'idea, sviluppatori, grafici, traduttori, sound designer ed esperti dei più diversi settori: tutti si incontrano su MakeItApp” spiega Federico Soncini Sessa, Ceo di MakeItApp, startup di Milano con un età media di 30 anni. All'interno della piattaforma, chi ha un idea per una applicazione ma non ha gli strumenti o le capacità per crearla, può inserire il progetto e trovare gli esperti e gli sviluppatori per realizzare insieme la app.
"Da settembre siamo online e abbiamo coinvolto utenti quasi solo grazie al passaparola, per testare il funzionamento della piattaforma e far partire i primi team - spiega il Ceo di MakeItApp -. La grande occasione è arrivata proprio una settimana fa, quando la nostra prima app, Football Seasons, è stata messa in evidenza su App Store da Apple. Football Seasons è stata realizzata proprio da tre ragazzi che, condividendo la passione per il calcio e i giochi da tavolo, si sono incontrati e hanno realizzato la loro app su MakeItApp. Insomma, un successo improvviso e travolgente, di stimolo sia per gli utenti di MakeItApp che stanno lavorando a un progetto, sia per noi che abbiamo avuto una piccola conferma che può funzionare".
Come é nata MakeItApp e come vi è venuta questa dea? 
L’idea di creare MakeItApp è nata da cinque amici milanesi circa un anno fa. La moglie di uno di loro aveva appena perso il lavoro, dopo essere rimasta incinta. Il suo è solo uno dei tanti casi, in Italia, ma anche nel mondo, di persone che hanno competenze, professionalità, tempo libero e voglia di fare, ma non un lavoro. La realizzazione di una app è un lavoro che può coinvolgere sì sviluppatori e grafici, ma anche molte altre figure e chiunque abbia buone idee. Così nasce il progetto di un social network che permetta non solo l’incontro di talenti e idee, ma che offra anche uno spazio dove poter lavorare in collaborazione e realizzare progetti di app.

E' una piattaforma e una comunità di inventori, coders e creativi che creano applicazioni, in team. Come funziona MakeItApp?

Gli utenti di MakeItApp sono sviluppatori, grafici, sound designer, illustratori, traduttori e in generale persone che lavorano già nel mondo delle applicazioni. Ma MakeItApp non è solo questo. Le idee sono importanti quanto le competenze e possono venire da chiunque. Chi ha un’idea può registrarsi sulla piattaforma, pubblicare il proprio progetto e, con l’aiuto di un App Angel, mettere insieme un team per realizzarlo. Per ultimo, ma non meno importante, MakeItApp ha bisogno di esperti e specialisti nei più vari settori (dalla cucina, alla botanica, passando per filosofia e apicoltura). Le app specialistiche con contenuti di qualità sono molto richieste ed è impossibile realizzarle senza un esperto in materia che garantisca la qualità dei contenuti.

Da chi é formato il team?

I soci sono cinque amici di Milano, io, Federico Soncini Sessa, con Giulio Roggero e Michele Facco e altri due sostenitori finanziari. Il resto del team è fondato da ragazzi sotto i trent’anni, con i più vari titoli di studio alle spalle, esperienza, ed hanno cominciato a lavorare per MakeItApp fin dalla sua nascita e hanno sposato con entusiasmo la causa.

Età media?

30 anni.

Quale é stato il vostro percorso come startup, in Italia? Create app “Made in Italy”

La vita di una start up in Italia non è affatto facile. Spesso ci rendiamo conto di quanto sarebbe più facile lavorare all’estero, dove avremmo molte più speranze di ricevere un finanziamento. Ma non è solo questo: per esempio per la stesura del contratto che proponiamo ai nostri utenti abbiamo dovuto districarci nella normativa fiscale e giuridica italiana, che non prevede assolutamente nulla di simile.
E per noi molto importante che MakeItApp funzioni proprio in Italia, in cui è sempre più difficile trovare lavoro e opportunità, ma potenziale, talento e spirito imprenditoriale non mancano.
MakeItApp è ancora in versione alpha e puntiamo ad entrare in beta per fine aprile. Ad oggi abbiamo circa 700 utenti. Oltre a Football Seasons, è nello store NonnaMobile, app nata su MakeItApp e che è quarta nella sua categoria su Google Play. Tanti team stanno lavorando sodo e prevediamo che nei prossimi 2/3 mesi usciranno una decina di app.

Il sogno della vostra impresa?

Diventare una grande casa editrice di app tutta italiana, che offra a tutti la possibilità realizzare la propria applicazione di successo e ai migliori talenti di distinguersi per merito. 
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook