Alessandra di Canossa
Doppio (s)malto
18 Febbraio Feb 2014 1555 18 febbraio 2014

Lei, Lui e Sanremo: come ti lascio con una canzone

In vista dell’imminente prima serata della mirabolante 64esima edizione del Festival di Sanremo, una storia creata dalla storia di Sanremo!

LUI: Ciao cara, come stai?

LEI: Madonna della rose - esclamò lei - Grazie dei fiori!

LUI: La Cicogna distratta sta Sotto il mandorlo - cominciò lui a mò di timida serenata - come L’attesa nel Regno dei sogni

LEI: Si, vabbè, Vola colombaCi ci u ci cantava l’usignolAmare un’altra Quando vien la sera ti rende Colpevole

LUI: Perdonarsi in due Non costa niente, vorrei avere 24.000 baci, ma quello che tu mi concedi è solo Una lacrima sul viso

Il mio cuore matto Come un ragazzino Da troppo tempo aspetta

LEI: Vattene amore, E’ solo Un’emozione da poco, tutto passerà in questa Maledetta primavera! Di tutta questa Felicità, Ci sarà soltanto una Nostalgia canaglia!

LUI: Perché lo fai?

LEI: Mistero, con te è stato solo Il Solito SessoSe stiamo insieme, Come saprei spiegarlo… sono solo Fiumi di Parole. Ma non ti preoccupare, rimarremo Amici come prima!

Lui: La Solitudine per Gente come noi, è come Perdere l’amore nella Terra promessa.

LEI: Gli uomini non cambiano. Angelo mio, Non credo nei miracoli. Sei solo un Uomo bastardo!

LUI: Sei Senza pietà. E’ colpa mia. Senza te o con te, di me Che sarà?

LEI: Addio addio, Ti lascerò, andrò a bere 7.000 caffè A casa di Luca.

LUI: In tutta Sincerità, guarda che Luca era gay

In fondo nella vita… Bisogna sapere perdere!

p.s. credeteci o no, ma sono tutti titoli di canzoni di Sanremo

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook