Revolart
19 Marzo Mar 2014 0831 19 marzo 2014

La Cappella Sistina di Milano e la morte della contessa seduttrice – #2 puntata MiniTour Milano – San Maurizio

Testo e video di – VIRGINIA STAGNI

Video clicca qui (colonna sonora: pianoforte Virginia Stagni; The Scientist) —> http://flipagram.com/f/x8MHkwVj9W

Foto di – VIRGINIA STAGNI e STEFANO DI FONZO

Musica consigliata per la visita: G. Tartini – Sonata op.I n.IV in Sol- Allegro – ”Il Trillo del diavolo”

La seconda puntata dei Mini Tour si apre con una visita che vi lascerà senza fiato dal primo passo. Recatevi in corso Magenta 15, esattamente a 10 minuti dal Duomo di Milano.

in rosso cerchiata la chiesa che visiteremo. in blu il percorso da Duomo per Corso Magenta

Quello che attraverserete è un corso ricco di testimonianze storiche delle più varie epoche artistiche: le esploreremo tutte nei prossimi appuntamenti perché ognuna di esse è unica per stile e bellezza.

 Questa puntata è dedicata alla così Cappella Sistina di Milano: la Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore.

Esaminiamo la facciata che per semplicità e nudità crea un notevole contrasto con l’interno. Lineare, priva di eccessive decorazioni, non sontuosa, piana – per non osar dire “piatta” – di pietra grigia di Ornavasso (Verbania, Piemonte), viene completata solo nel 1896.

Quello in cui entrerete è il luogo di culto del Convento più antico della città, dell’ordine benedettino, eretto tra VIII e IX secolo, di cui rimangono solo la chiesa e il chiostro, oggi occupato dal Museo Archeologico adiacente, di cui abbiamo già parlato qui (<—clicca per il primo tour nella Milano romana).

La chiesa venne eretta nei primi anni del 1500 sulle basi di una basilica già esistente; gli affreschi vennero commissionati dalla famiglia Bentivoglio, in modo particolare dalla colta mecenate Ippolita Bentivoglio. A navata unica, che cita le piante di matrice più antica, la chiesa è divisa in due vani: il primo per i fedeli, il secondo per le monache di clausura, provenienti dalle più ricche famiglie di Milano, divise dal mondo esterno da una parete totalmente affrescata: divieto assoluto per le religiose di oltrepassare questo confine con il mondo esterno, possibile veicolo del peccato.

CONTINUA A LEGGERE QUI: http://revolart.it/2ndapuntatasanmaurizio/

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook