Raja Elfani
Gloβ
27 Marzo Mar 2014 1626 27 marzo 2014

Pronto il piano Obama che cambierà la NSA

Obama è in visita a Roma quando la Casa Bianca oggi comunica il piano che verrà presto votato al Congresso per limitare i poteri della NSA.

Dopo mille consultazioni e l’autorizzazione della giustizia, il governo può finalmente affrontare il problema della sorveglianza sul piano legislativo.

Ecco le fasi principali della proposta di Obama:

-       Le registrazioni telefoniche rimarranno proprietà delle compagnie telefoniche il tempo prestabilito.

-       Il governo vi avrà accesso previa richiesta legale e solo in caso di pericolo nazionale.

-       La quantità di telefonate fornite al governo sarà significativamente ridotta.

-       L’accesso limitato alle registrazioni telefoniche non influirà sul corso normale delle intercettazioni.

-       Le compagnie dovranno collaborare e offrire assistenza al governo per la lettura dati.

Insomma è chiaro per Obama che il lavoro delle intelligence debba essere comunque garantito.

Della privacy nemmeno un accenno. L’obiettivo è di restaurare la fiducia del pubblico dopo il colpo incassato da Snowden, cambiando i metodi - e solo i metodi - di sorveglianza. Di certo la sorveglianza non cessa.

Infine, Obama conclude chiedendo solidarietà al Congresso e collaborazione. Ma en passant, 24 ore prima della scadenza del 28 Marzo per il rinnovo del programma, Obama bandisce una proroga di 3 mesi guadagnando di fatto altro tempo. Ancora 3 mesi di intercettazioni a vanvera prima di darsi (forse) una calmata.

Questione di tempo ormai per una nuova NSA. Non c'è fretta, tantoSnowden (per quanto possa valere il suo consenso) qualche giorno fà ha perfino accolto favorevolmente la decisione di Obama (leggi il comunicato di Snowden). A prescindere dall'Ucraina, è un piccolo sospiro di sollievo da Mosca a Washington.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook