Luca Barni
Banchiere di provincia
24 Aprile Apr 2014 1602 24 aprile 2014

Tre personaggi in cerca d’autore e… di un po’ di “credito”

Nessun commento o considerazione su argomenti di attualità in maniera di finanza per questo post pre festivo: provo, invece, a restituire in forma di testo teatrale uno scambio di battute in cui sono stato “attore”, con un notaio milanese specializzato in diritto societario e ristrutturazioni aziendali, qualche giorno fa nel suo studio in attesa di un terzo partecipante in ritardo.

Luogo : Milano, studio notarile che si occupa di diritto societario e quindi anche di ristrutturazioni aziendali.

Protagonisti: io, con altri colleghi della mia Bcc; il notaio con i suoi collaboratori; il ritardatario.

Scena: non è american style, nel senso di molto informale: è puro stile italiano. Le riunioni non cominciano mai in orario e allora si chiacchiera, si fa conoscenza parlando del più e del meno davanti a una tazzina di caffè, si familiarizza, in attesa del ritardatario.

Io: Come va il lavoro, notaio ?

Notaio: È dura, caro direttore: è cambiato il mondo, e noi dobbiamo capire i cambiamenti, senza paura, per adeguarci. E voi, cosa mi dite di nuovo: come vanno le banche … li danno o no i finanziamenti? … perché sa, comincio a vedere un comportamento diverso da parte degli imprenditori. Stanno riportando i soldi in azienda; beh, dopo anni a prelevarli dall’azienda, finalmente, adesso che servono, li riportano lì dove dovevano rimanere.

Io: eh già…: E le banche con cui ha lavorato? In questi casi come si comportano, notaio? Sempre e soltanto arroccate nelle loro torri d’avorio? Oppure apprezzano questa svolta e ci mettono del loro?

Notaio: Certo che apprezzano e sempre; in questi casi c’è stata la massima collaborazione da parte loro, anche con l’apporto di nuova finanza, se questa servirà a far uscire l’azienda dalle secche. 

.....

Ma allora, il credit crunch è finito per quegli imprenditori che hanno capito il cambio di metodo nel rapporto con le banche? Pare di sì se, finalmente, in questa chiacchierata comincio a trovare segnali diretti, anche fuori dalla mia Bcc, che confermano la nuova tendenza. E se è vero che il contesto milanese è precursore di tendenze, queste si trasformeranno a poco a poco in abitudini di tutto il nostro tessuto imprenditoriale. nella sua interezza. Come succede per ogni semina che viene diffusa dal vento, su ogni territorio... 

.....

Entra il terzo invitato, il ritardatario, che si è perso tutto il discorso e subito si serve con il caffè.

Io: vede, notaio, il credit crunch  è finito, ma solo per gli imprenditori che hanno capito come guardare con occhi diversi al futuro e che hanno scelto di capitalizzare la propria azienda.

Notaio: è proprio così.

Ritardatario: allora, direttore, adesso che dovete restituire i soldi che vi ha dato Draghi cosa fate? Per quanto andrà avanti il credit crunch?

A ognuno le sue considerazioni…

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook