Costanza Romagnoli
Diario lirico viennese
27 Aprile Apr 2014 1940 27 aprile 2014

Winterreise

Eccomi

Riesco solo oggi a scrivere del meraviglioso Liederabend che sono andata a sentire lunedì 14 aprile.

Lo scorso fine settimana avrei avuto sufficiente tempo per raccontarvelo, ma se devo essere sincera, è volato senza che me ne accorgessi. Questi tre giorni sono rimasta sola a Milano per potermi concentrare sul canto e su questo nuovo pezzo per il blog.

È venerdì 25 aprile ed è vacanza, ho passato tutta la giornata con Totò, il nostro cane. Ora però è tempo di concentrarsi un po’ e scrivere di quell’immenso tenore che è Jonas Kaufmann.

Come vi ho appena accennato, lunedì 14 aprile sono andata alla Scala, sono stata invitata da una nostra cara amica di famiglia, tra l’altro, la moglie dell’amico che mi aveva invitata al concerto di Beethoven!

Proprio perché Udo aveva un’altra serata al Litta, avanzava un biglietto per la Scala ed io ho avuto la fortuna di riceverlo.

Avevamo appuntamento davanti alla Scala alle 19 e 30.

Ero un po’ emozionata perché non ci andavo da quando mi ero trasferita a Vienna. Questa volta al posto della Staatsoper, davanti a me c’era il teatro della mia città e devo dire che dentro è davvero unica.

Unica era anche stata la serata che avrei ascoltato: Jonas Kaufmann che canta Schubert accompagnato da Helmut Deutsch.

Come dice un mio caro amico sono due grandissimi della musica. Kaufmann dal suo eccellente debutto al Metropolitan di New York come Alfredo nella Traviata del 2006, è annoverato fra le più grandi star della lirica. Deutsch attento e musicalissimo accompagnatore. La sua carriera è iniziata con il soprano Irmgard Seefried e da allora ha accompagnato al pianoforte molti celebri cantanti tra cui Barbara Bonney, Diana Damrau, Thomas Quasthoff ovviamente Jonas Kaufmann e molti altri.

Vorrei scrivervi la traduzione di due Lieder che amo molto del ciclo Winterreise (viaggio d’inverno) che hanno presentato.


Winterreise

11) Frühlingstraum - Sogno di Primavera

Sognavo di fiori colorati,

così come fioriscono a maggio,

sognavo di verdi prati,

di divertente cinguettio.

E quando i galli cantarono,

mi svegliai,

faceva freddo ed era buio,

i corvi gracchiavano sul tetto.

Ma ai vetri delle finestre,

chi dipinse queste foglie?

Ridete del sognatore

che vide fiori d’inverno?

Sognavo di amore per amore,

d’una bella fanciulla,

di cuori e baci,

di gioia e beatitudine.

E quando i galli cantarono,

il mio cuore si svegliò,

ora siedo qui solo, e ripenso al sogno.

Chiudo di nuovo gli occhi,

il cuore batte ancora caldo.

Quando diventate verdi foglie alla finestra?

Quando stringerò fra le braccia il mio amore?

24) Der Leiermann - L’uomo dell’organetto

Là dietro al paese c’è un uomo con l’organetto,

e con le dita irrigidite gira quello che riesce.

A piedi nudi, sul ghiaccio vacilla qua e là,

e il suo piattino rimane sempre vuoto.

Nessuno vuole ascoltarlo, nessuno lo guarda

E i cani ringhiano intorno al vecchio signore.

E lascia andare tutto come va,

gira e il suo organetto non tace mai

Misterioso vecchio, devo venire con te?

Vuoi accompagnare i miei canti con il tuo organetto?

Questi Lieder hanno bisogno della loro melodia, vi consiglio ed invito ad ascoltarli.

Già dalla sola lettura del testo però è forte il senso di tristezza e malinconia che ha sempre accompagnato Schubert.

Lo stesso amico di prima, una volta, mi disse che Schubert era un ragazzo che soffriva “innich” intimamente.

È stato un concerto magico, di altissimo livello, elegante, raffinato, meraviglioso.

La voce di Kaufmann diventava l’essenza della melodia.

Vi ho scritto le parole perché so che ascoltandolo ci si perde, ci si lascia cullare dalla pura musica e si rischia di dimenticare il testo. Il modo di suonare di Helmut Deutsch è sublime: le note leggere e cristalline scivolano come onde e abbracciano la voce di Kaufmann

Insieme rendono Schubert vero e giusto.

Grazie Mada!

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook