Carmine Zaccaro
IoVoglioTornare
15 Maggio Mag 2014 1415 15 maggio 2014

Pagare il conto con una mano, l'idea di uno studente svedese

Una mano lava l’altra e tutte e due...bhè una delle due potrebbe anche pagare il conto al supermercato. L’idea viene dalla Svezia, a pensarci uno studente che, stufo di fare  la fila alla cassa, ha sviluppato un modo alternativo di pagare il conto.

Quixter è il nuovo modo di pagamento frutto dell’idea dello studente di ingegneria Fredirk Leifland. Il metodo è semplice e rapido, tramite la lettura biometrica delle vene della mano si può pagare un conto. Un metodo sicuro in quanto la scannerizzazione riesce a leggere la mappatura delle vene che in ogni essere umano è unico.
Il pagamento avviene tramite la digitazione delle ultime quatto cifre del cellulare, inserito al momento della registrazione al servizio, a cui si associa la lettura biometrica della mano. Dopo la certificicazione il pagamento è accreditato su un conto. Nessuna transazione o onere di utilizzo per Quixter.

La piattaforma di registrazione, su cui si crea il profilo, dà la possibilità di controllo sui conti e consente di stabilire i limiti di spesa da ultimare in un lasso di tempo.

Il metodo è ora attivo per 1600 studenti ed è in fase di sperimentazione all’interno di un campus studentesco svedese. Se la prova dovesse ottenere buoni risultati, si potrebbe pensare ad un utilizzo del sistema di pagamento su larga scala.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook