Controriforma
18 Maggio Mag 2014 1046 18 maggio 2014

Rivelazioni e presunti complotti: non è chiacchiericcio, è la fine di un’epoca della politica

Le rivelazioni di Mario Monti ad Alan Friedman sui suoi colloqui riservati con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano così come quelle dell' ex segretario al tesoro Usa, Timothy Geithner, sul presunto complotto anti Berlusconi ordito nell'estate/autunno 2011 indicano il degrado cui è giunto il senso dello Stato anche in persone in cui, per istruzione e ruoli istituzionali ricoperti, dovrebbe essere altissimo: in queste condizioni come sperare che il mondo occidentale possa uscire rapidamente dalla grave crisi in cui si dibatte? Crisi che è si economica e finanziaria ma anche e sopratutto morale e politica al punto da far dubitare che le attuali forme di governo degli Stati occidentali siano ancora in grado di far fronte alle ragionevoli esigenze della Modernità...

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook