Carmine Zaccaro
IoVoglioTornare
28 Maggio Mag 2014 1013 28 maggio 2014

L'auto che si guida da sola, l'ultimo progetto di Google (VIDEO)

Un auto che si guida da sola, è il nuovo progetto di Google, annunciato attraverso un post dal blog ufficiale dell'azienda. Entro l'estate la compagnia dovrebbe avviare la produzione di circa cento prototipi delle auto del futuro.

I mezzi sono caratterizzati da forme arrotondate e da un design molto divertente, che ricordano dei giocattoli da cartone giapponese. Gli interni delle macchine non sono caratterizzate da un lusso estremo, ma da un confort accettabile per il viaggio. In questa prima fase lo scopo per Google non è creare mezzi lussuosi, bensì funzionali allo scopo dello spostamento. Sebbene l'estetica possa far pensare a dei divertimenti per bambini, i mezzi sono studiati per rispettare le norme di sicurezza e garantire l'incolumità dei passeggeri.

Privi di accellelatore o freno, le auto ad energia elettrica si muovono in autonomia senza intervento esterno e sono impostate per una velocità che non superi i 40 Km/h. Un tasto per accensione e spegnimento, un display che indica il tragitto con la mappa. I mezzi saranno in grado di condurre i viaggiatori in un punto desiderato, senza preoccuparsi di nulla. Dal lato della sicurezza un importante sistema di rilevamento garantisce una visione completa di evenutali pericoli esterni, dall'azienda assicurano che non vi sono punti ciechi sulle strade e agli incroci. Il monitoraggio esterno, comunica l'azienda, copre aree superiori a due campi di calcio.

Durante l'estate oltre alla produzioni di prototipi, gli "autisti di Google" daranno avvio ad un programma di analisi e studi, al fine di testare le condizioni di guida e garantire la sicurezza dei mezzi. L'obiettivo dell'azienda è avviare un programma pilota, per lanciare in un breve futuro questo nuovo tipo di tecnologia.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook