Alessandro Paris
Margini
11 Agosto Ago 2014 0953 11 agosto 2014

Si può mantenere la dedica di un parco a Rodolfo Graziani?

In Italia ci sono paesi spesso poco conosciuti ma bellissimi, e Filettino, situato nell'alta Ciociaria, è sicuramente un gioiello dal punto di vista storico, paesaggistico e turistico. Ma al turista può capitare di imbattersi in una scritta all'ingresso  del parco cittadino.  La dedica è inquivocabile: a Rodolfo Graziani, un criminale di guerra. E' ben vero che il personaggio è nato qui, ma cosa accadrebbe se, ad esempio,  a Solingen, in Germania,  fosse dedicato un parco ad Adolf Eichmann?

Si può mantenere una cosa del genere? Certamente il fatto è ignorato dal presidente Renzi, vecchio capo dell'Associazione Agesci, che ha tra i suoi principi l'antifascismo.  Sarebbe opportuno che una riforma del Paese passasse da un ripensamento del criterio di attribuzione dei nomi alle vie, alle piazze, ai parchi. Giusto per curare la memoria.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook