Gianluca Melillo
ItaliAmo
8 Gennaio Gen 2015 0849 08 gennaio 2015

Il Lazio è diventata una Regione virtuosa con la cura Zingaretti

Fin troppo abituati alle cattive (assai spesso pessime) notizie provenienti dalle amministrazioni locali e nazionali è una piacevolissima novità quando invece le news sono belle. Come nel caso della Regione Lazio che è diventata una regione virtuosa in solo un anno di cura Zingaretti, a dimostrazione che cambiare (verso direbbe Renzi) alla politica si può basta volerlo.

Da un pezzo su Repubblica di oggi infatti si evince come quest'anno la Pisana costerà a ogni cittadino del Lazio "soltanto" 10 euro a testa, molti di meno rispetto dei 18 dell'era Polverini e meno ancora dei 15 segnati a fine 2013. Un dato fornito dal Consiglio regionale che, come ogni anno, offre una radiografia non solo delle spese ma anche della produttività e delle presenze in Aula dei politici alla Pisana.

Numeri e statistiche che verranno poi ulteriormente analizzati ma che, per ora, attestano la Regione Lazio al terzo posto tra le Assemblee più virtuose d'Italia grazie anche alla riduzione del costo del Bilancio approvato a fine 2014 che passa da 65 a 60 milioni di euro. Basti pensare che nel 2011 si spendevano 102 milioni di euro per muovere la macchina della Pisana. Insomma la cura dimagrante voluta dal Presidente Zingaretti ha quasi dimezzato la spesa dell'Ente. Sempre grazie al'articolo su Repubblica viene rese noto che, a fianco dei costi, gli uffici del Consiglio Regionale forniscono anche il numero delle leggi approvato nel corso del 2014 che segnano un incremento rispetto all'anno precedente: si passa così dalle 15 leggi del 2013 alle 18 di quest'anno, con un aumento della produttività del 10%. Va anche sottolineato che, rispetto al primo anno di attività (2013), il consiglio regionale dell'era Zingaretti-Leodori è avanti sia su quello Polverini-Abruzzese (nel 2010 furono 7 leggi) sia su quello Marrazzo-Pineschi (licenziate solo 4 leggi nel 2005). Delle 18 approvate quest'anno, il 55% sono proposte di giunta, il 22% arrivano dall'opposizione, il 5% dalla maggioranza, l'11% portano firme bipartisan e solo il 5% sono di iniziativa popolare.

Per quanto riguarda le presenze, invece, la media è altissima per tutti. Con la Lista Zingaretti ed il PD che superano entrambi il 93% ed i "peggiori" che sono comunque sopra l'80%. Con 8 consiglieri, di cui 6 di maggioranza capeggiati dal Presidente del Consiglio Leodori, che sono al 100%.

Evidentemente anche in politica volere è potere. Bravo Presidente Zingaretti.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook