Cristiano Bosco
Vanilla Latte
4 Febbraio Feb 2015 2117 04 febbraio 2015

Starbucks prende il volo (con Delta)

Essere la più grande e potente catena di caffetterie della terra, per Starbucks (Nasdaq: SBUX), non era evidentemente abbastanza. Per questo motivo, il gigante americano con sede a Seattle ha deciso di provare a conquistare anche i cieli. È notizia degli ultimi giorni che la società fondata e guidata da Howard Schultz, che vanta oltre 21 mila locali sparsi per più di sessanta nazioni in tutto il globo - ma non in Italia, come ci (dis)piace ricordare - ha avviato una collaborazione con Delta Air Lines (NYSE: DAL), tra le principali compagnie aeree del Nord America e del mondo, che ha già cominciato a servire il caffè Starbucks sui propri voli.

A partire dal primo febbraio scorso, infatti, sui voli Delta di tutto il mondo, si bevono tazze (pardon, bicchieri) di caffé targato Starbucks. Non è esattamente la prima volta, che ciò accade. La United Airlines tentò un pionieristico esperimento in tal senso nel 1995, mentre la Alaska Airlines, settima più grande azienda del settore negli Stati Uniti, si affida già da tempo a Starbucks. Già nel 2013, la stessa Delta aveva iniziato a servire caffè di Starbucks nella tratta di collegamento tra le città di Los Angeles e San Francisco, in California, sulla costa occidentale degli Stati Uniti, e nel volo tra la Città degli Angeli e New York. D'ora in poi, però, questo avverrà anche sulle principali tratte coperte da Delta, nell'ambito di un radicale arricchimento dei menù offerti in volo.

Sugli aerei Delta si potrà assaporare il "Pike Place Roast" o il "VIA Ready Brew Italian roast" decaffeinato, in tazze brandizzate Starbucks, su oltre cinquemila voli quotidiani. I dettagli economici dell'accordo ancora non sono stati resi noti, mentre si prevede la distribuzione di 68 milioni di tazze di caffè Starbucks sugli aerei Delta in tutto l'arco del 2015, pari a oltre 816 tonnellate di caffè tostato in volo: il prodotto sarà presente su più di 5000 voli - e coincidenze - ogni giorno. "La mossa continua gli sforzi di Delta ad avviare partnership con marchi di alta qualità e di simili valori, al fine di migliorare tutta l'esperienza di viaggio per i clienti", ha scritto la compagnia con sede ad Atlanta, Georgia, in una nota stampa. "Siamo felicissimi di portare il caffè Starbucks ovunque viaggino gli utenti Delta", ha affermato Michelle Burns, vice presidente del settore Branded Solutions di Starbucks. "In veste di due organizzazioni che condividono un impegno per offrire un'esperienza unica e di eccellenza, Starbucks e Delta sono una coppia perfetta".

Sulle altre compagnie, i brand sono diversi. La American Airlines si avvale di Java City, la United punta su Hawaiian Kona, mentre SouthWest serve LIFT. Per promuovere al meglio la storica novità, Delta ha lanciato un concorso riservato ai propri clienti USA, chiedendo loro di scrivere una destinazione dove desidererebbero andare: in palio, per i più fortunati, un volo omaggio.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook