Alessandra di Canossa
Doppio (s)malto
15 Aprile Apr 2015 1126 15 aprile 2015

Maria Elena Boschi, ma come ti vesti? Più che Veltroni ci voleva Enzo Miccio

Indovinello: che cosa unisce i presidenti di Camera e Senato, più una schiera di ministri che neanche all’ora di punta alla bouvette del Parlamento se ne incontrano così tanti e una infinita sfilza di politici italiani?

Se pensate che fossero tutti riuniti con la penna in mano per stilare la nuova legge elettorale o qualche altra quisquilia di poco conto che sembra preoccupare solo il cittadino medio, siete completamente fuori strada. In fondo sono politici e i politici che cosa adorano fare? Presenziare alle prime e ai tappetti rossi, soprattutto se invitati dall’ex sindaco di Roma e neo-regista Walter Veltroni. Ai posteri l’ardua sentenza se sarà stato più bravo da sindaco o da regista, ma questa è un’altra storia…

Alla mega presentazione galattica del film “I bambini sanno” all’Auditorium del Parco della Musica di Roma, un parterre de rois veramente impressionante: dalla Camusso alla Boldrini, da Bersani a Pippo Baudo, passando per Casini e la Cuccarini, Alfano e Marchini: c’era un mix & match che non si vedeva dai tempi d’oro di Dagospia… parola d’ordine per tutti: sorriso a 47 denti e tanto glamour gauche caviar.

Ecco, deve essere stato proprio il glamour che ha mosso la ministra Boschi ad aprire il suo armadio prima di uscire e mettere una mise che ci fa rimpiangere i tailleurini della Pascale ton sur ton! Chiodo di pelle nera fregato dall’armadio di Renzi quando è andato da Maria De Filippi, leggings e minigonna che non donerebbero neanche a Gisele Bundchen e scarpe da mercato del vintage inguardabili.  

Altroché Veltroni: aridatece le cene di Berlusconiana memoria… almeno quelle erano eleganti!

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook