Luca De Cristofaro
Il labirinto di Cnosso
21 Aprile Apr 2015 2230 21 aprile 2015

L'Abruzzo si inchina al pm Di Matteo


In tutto l'Abruzzo il pm palermitano Nino Di Matteo è già più che un simbolo dell'antimafia. In questi giorni, dodici comuni abruzzesi hanno aderito all'iniziativa promossa dal Movimento 5 Stelle volta a conferire la cittadinanza onoraria al magistrato siciliano. A Pescara è stata già approvata la mozione presentata in consiglio comunale.
Dalla "Trinacria" all'Abruzzo, l'antimafia, quello vero, si unisce in un ponte immaginario fatto di sogni e rabbia e rende omaggio al magistrato che sta combattendo Cosa Nostra dal 1995. Da allora, vive sotto scorta e ha rifiutato diverse misure di sicurezza come il blindato Lince. 
Un magistrato dietro i riflettori, lontano dai palazzi del potere. Nei suoi occhi leggiamo la speranza di un popolo troppe volte bastonato dalla politica, dalle disgrazie e dal terrorismo delle mafie. 
Difendiamolo, e difendiamo tutti coloro, giornalisti, giudici, politici, cittadini che in veste di servitori della verità e della giustizia, nonostante tutto, continuano ad inseguire ciò che la maggior parte di noi ha perso: la speranza.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook