Crisalide d’aria
14 Giugno Giu 2015 1551 14 giugno 2015

Sono sempre stata tua

Sono sempre stata tua, pioggia.

Inondami. Bagnami. Trascinami lontano,

a sentire l’odore del caffé.

Oltre il mar Mediterraneo.

Toglimi di dosso questa finta aria sbarazzina.

Fammi sporcare nelle notti senza luna,

sulle rive del mare. Senza mangiare.

Decidi tu per me.

Io resto a guardare.

Ruba il mio sangue, facci l’amore,
lascialo cadere, 
e poi seccare,
nel deserto

lontano dai cannoni,

ricoperti della pelle

di persone 
senza più nomi.

Se tu guardi, lo spazio intero mi vede
.
Se tu mangi, lo spazio intero mi mangia.

Se tu bevi, lo spazio intero mi prosciuga.

 
Gli occhi di Damasco sono tornati.

Il sistema immunitario non era preparato.

I dottori mi avevano avvertito.

Non avevo abbastanza enzimi sul vestito.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook