L’insostenibile pesantezza dell’essere italiano
17 Giugno Giu 2015 1839 17 giugno 2015

Da verdi a neri: ecco perchè, a me, Salvini fa paura.

Matteo Salvini è ormai diventato un must , un vero fuoriclasse dei social. Soprattutto su Facebook (dove conta ben 962 mila "mi piace") mostra una ars oratoria da manuale, talmente tanto efficace da sfiorare il raccrapicciante. Matteo, soprannominato il veterano dai suoi compagni di corso alla Bicocca, non spazia troppo sugli argomenti, anzi, alcune volte risulta ripetitivo ma ai suoi fan riesce a strappare applausi ad ogni post. Ovviamente il meglio lo da quando sfoggia i suoi grandi classici, da rom a ruspa per i neofiti, ma anche quando si addentra in tematiche a lui meno conosciute (uno di queste ho sentito dire sia la politica...) scatena sempre il fervore del suo milioncino scarso di militanti. Chapeau.

A me però Matteo (ormai un nome diventato una garanzia) fa un po' paura. Ogni tanto non riesco a credere che sia serio, che ci creda davvero a quello che scrive e, soprattutto, che le persone che commentano possano credere davvero a così tanta demagogia e sano populismo. Sì, perchè Matteo ogni tanto c'ha anche ragione (l'avessi mai detto!), ma il suo decontestualizzare totalmente gli eventi, parlare tanto e senza cognizione di causa e incitare all'odio in maniera viscerale non fanno altro che contribuire al consenso. Purtroppo. E' questa la cosa che mi preoccupa, ed è la storia più o meno di tutto il genere umano: quando attraversiamo periodi di crisi ed incertezze su tutti i fronti, umani smettiamo di esserlo. Per mostrare quanto Matteo mi faccia paura voglio proprio considerare alcuni suoi post sui social, preparatevi.

Amici, domani qualcuno viene a Donare il Sangue?
In questo periodo ce n'è tantissimo bisogno e purtroppo i donatori, per età, malattie e aziende che chiudono, diminuiscono.
Donare sangue fa bene a chi lo riceve, ma anche a chi lo dona!
Avrete mica paura di un ago... Forza!

Punto primo: il leader deve essere una buona persona.  Bisogna aiutare le persone, e certo! Per mettersi alla pari con le persone in crisi e diventare il leader del popolo, d'altronde da una persona che non ha mai lavorato in vita sua è molto plausibile, mettiamo al pari del popolo stesso. Facciamo i magnanimi. Non so se invocare le ruspe o rifiutare di salvare 500 persone da un certo annegamento rientrino nella categoria della magnanimità, evidentemente no. Ovviamente va il mio più grande rispetto ai donatori di sangue.

Salvini è riuscito a strumentalizzare anche questo.

Titolo del Sole 24 Ore: "Solo gli immigrati ci salvano dal calo demografico". Sottotitolo: "Italia sempre più vecchia (44 anni di età media) con un saldo negativo fra nascite e morti che ci riporta al 1918".
Aiutiamo i nostri giovani a costruire un Futuro, e a fare dei Figli!
Altro che immigrati...

Punto Secondo: Procreiamo. Questa forse mi ha inquietato più di tutte. Ricordate i manifesti nazifascisti o dell'URSS staliniana in cui si invitavano (con abbondanti virgolette) i cittadini ad avere grandi e prospere famiglie? Ecco, penso basti questo.

Il ministro francese dell'Ecologia, la socialista Royal, ha invitato i cittadini a "non mangiare più la Nutella per salvare il Pianeta".
Poiché contiene olio di palma, sarebbe causa della deforestazione.
Un ministro così merita... la RUSPA!!! Nutella libera.

Punto Terzo: Autarchia portami via. Il classicone dei classiconi, un grandissimo evergreen. Difendere a spada tratta qualsiasi prodotto italiano non passa mai di moda e Salvini non perde occasione di ribadire il suo attaccamento alla terra natia. Che patriota tenerone. Sono indeciso sulla chicca di questo post: se la giocano Italia > deforestazione mondiale e un generosa ruspa (o RUSPA!) in faccia a Royal. Sarà rom? Purtroppo è solo socialista, credevo non ne esistessero più.

Adesso a PORTA A PORTA, domani all'alba a Bruxelles.
Non ci fermiamo mai, notte serena Amici!

Punto Quarto: Salvini va al lavoro. No niente, fa già ridere così. Detto dal più grande assenteista del Parlamento Europeo. Però di trasmissioni televisive se ne perde meno di mio nonno in pensione da 20 anni.

Milano, macchinista e capotreno di Trenord aggrediti a colpi di MACHETE da 3 sudamericani senza biglietto.
Al capotreno è stato amputato un braccio.
Ma in che cazzo di mondo sbagliato vogliono farci vivere???
Io non mi arrendo, le cose cambieranno.
Notte Amici.

Punto Cinque: Bollettini di guerra e Salvini worldwide. I bollettini di guerra sono ormai un'abitudine del buon Matteo: comincio a pensare che ogni giorno ci sia una delegazione che spulcia ogni quotidiano possibile da dare in consegna al loro leader massimo a metà giornata. Ovviamente si prediligono i crimini violenti, se la vittima è un italiana meglio ma non è obbligatiorio, ed il carnefice deve essere rigorosamente extracomunatrio.

Ah, piccola parentesi: Matteo deve essersi aggiornato poco sull'UE in questi ultimi anni, e data la sua poca presenza al lavoro non mi stupirebbe, perchè nei suoi post ci scappa di mezzo un rumeno, un estone, un bulgaro, lettone, ecc.. Qualcuno gli dice che sono tutti entrati nella comunità europea?

Questo post presenta però una seria novità: i sudamericani. Ebbene, il male del mondo per il nostro Matteo adesso non sono più solo gli immigrati che arrivano dal Nord Africa e dall'est europeo, ma qualsiasi cosa possa attraversare un mare per calcare le nobili terre della penisola, notoriamente proprietà privata degli italiani da Alberto da Giussano in poi. Non l'ho mai sentito condannare uno statunitense per esempio, ma diamogli tempo.. io ho fiducia.

Notte prima degli esami.....
Domani la Maturità per 490.000 ragazzi, in bocca al lupo!
Io mi ricordo, era il 1992, che studiai greco e storia fino alle 3 del mattino.
E alla fine, con la Gazzetta sotto il braccio, portai a casa il mio 48 (prof quasi tutti di sinistra) al Liceo classico Manzoni di Milano.
Che bei tempi, rifarei tutto da capo!
E voi, come ve la ricordate la vostra Maturità?

Ultima parte: La meglio gioventù. Questo post penso faccia già ridere senza commenti, quel "prof quasi tutti di sinistra" è davvero un diamante della letteratura moderna. Salvini è giovane ma per la politica riesce ad essere già vecchio. Si è iscritto alla Lega nel 1990 ed il 1992 è l'anno appena prima della sua discesa in campo, che Dio ci salvi, nel comune di Milano. Provate a fare un conto di quanti anni sono passati? 

Potrei prendere altri centinaia di post, ho preso solo quelli più recenti. Volevo farvi notare due cose infine. La prima: avete mai sentito parlare dell'Euro in questi ultimi mesi? Ecco, io volevo proprio trovare un post su questo argomento (tanto inflazionato l'anno scorso alle europee) ma fu il vuoto totale. Salvini ha ufficialmente cambiato nemici, non si scrive più della moneta assassina che chiude le fabbriche italiane ma si scrive dei migranti delinquenti che rubano il lavoro e fanno chiudere le fabbriche. E' un peccato, perchè sentire Matteo parlare di economia o politica economica faceva sentire intelligenti molte persone. Seconda: ma quindi, perchè Salvini ha tutto questo successo?

La prima cosa che mi viene in mente è: ma avete visto chi ha contro?

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook