Alessandro Da Rold
Portineria Milano
25 Giugno Giu 2015 1616 25 giugno 2015

Berlusconi pigliatutto: deciderà lui (non la Lega di Salvini) il candidato sindaco di Milano

La Lega Nord di Matteo Salvini avrà avuto pure percentuali di voto più alte di Forza Italia alle ultime elezioni amministrative, ma su chi sarà il candidato sindaco di Milano nel 2016 l’ultima parola l’avrà Silvio Berlusconi. E’ questo, a quanto pare, quello che è stato deciso martedì 23 giugno ad Arcore dall’ex Cavaliere e dal leader padano “attovagliati” per tre ore a villa San Martino. Del resto, se Salvini un mese fa parlava ancora della possibilità di candidarsi a palazzo Marino, ora invece pare aver cambiato idea. Ma c’è di più. L’ex presidente del Consiglio sembra la stia spuntando su tutto. Sia sulla formazione delle liste alle prossime elezioni politiche, sia sui candidati per le prossime amministrative. A Roma infatti, nel caso in cui dovesse cadere Ignazio Marino, correrà Alfio Marchini. A Milano la situazione è di stallo. Berlusconi sta valutando una serie di candidati. Si cerca il profilo di un imprenditore, nello schema che ha portato Luigi Brugnaro a diventare sindaco di Venezia. Ci sono stati alcuni contatti con Corrado Passera di Italia Unica. Poi è sempre caldo il nome di Maurizio Lupi, ex ministro dei Trasporti, di Nuovo Centrodestra. Qualcuno vorrebbe il presidente della Ance Claudio De Albertis. Oppure Giuseppe Sala, attuale ad di Expo 2015, corteggiato però anche dal centrosinistra. Ma c’è tempo. E a decidere non sarà la Lega, ma Berlusconi.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook