Silvia Parmeggiani
TrebarraA
7 Ottobre Ott 2015 1559 07 ottobre 2015

Quattro mostre per il week end

Da Genova a Roma, ecco le quattro mostre da non perdere questo week end.

Iniziamo da Genova dove, fino al 24 gennaio, al Palazzo Ducale (www.palazzoducale.genova.it) sarà esposta la mostra “Brassaï, pour l’amour de Paris” con oltre 250 fotografie scattate dal fotografo e cineasta Brassaï agli angoli e ai più nascosti recessi della capitale francese oltre a tutti quei personaggi che hanno contribuito a costruire leggende su Parigi. Una mostra da non perdere per chi non resiste al fascino parigino.

Veduta notturna su Parigi da Notre-Dame, 1933-1934 © Estate Brassaï

Da Genova a Venezia dove, Arsenale Nord fino all'8 novembre, saranno esposti 62 scatti di Steve McCurry. Un viaggio e un'esplorazione in 12 Paesi (Brasile, Burma, Colombia, Etiopia, Honduras, India, Indonesia, Perù, Sri Lanka, Tanzania, Vietnam, Yemen) sulle strade del caffè. Un'esposizione che deve tanto anche all'allestimento in cui gli scatti di McCurry, inseriti in 'cornici' d'effetto, risaltano nei colori e nei particolari. Il titolo della mostra è “From These Hands: A journey along the coffee trail” è l'ingresso è gratuito.

Steve McCurry, Lavazza, Lambari, Brazil, 08/2010. A young boy looks out the window of a truck

E manca pochissimo alla chiusura della mostra dedicata a Nan Goldin alla Guido Costa Projects (www.guidocostaprojects.com) di Torino. Qui, fino al 24 ottobre, sarà possibile ammirare immagini tratte dagli archivi di New York che risalgono ai suoi anni bostoniani (1970-1974). Una mostra con una quarantina di fotografie che si propone come una sorta di backstage dei suoi primi cicli organici di lavori poi confluiti parzialmente in alcuni suoi volumi degli anni Novanta, da “The Other Side” a “A Double Life”. Per chi ancora non la conosce questa è l'occasione giusta per andare alla scoperta della Goldin mentre per chi già la ama la mostra offre nuovi spunti e scatti inediti.

Nan Goldin, Untitled, Boston, 1971-1974

E si arriva a Roma per una mostra di un artista praticamente sconosciuto. Se vi piacciono le storie alla Vivian Maier e le fotografie vintage allora non potete perdervi “Una vita di corsa” con scatti di Enrico Corleone esposta, fino all'11 novembre, ad Interzone (www.interzonegalleria.it). Un corpus di oltre 50 fotografie degli anni Cinquanta, ritagli e appunti per un'esposizione che entra nell’intimità di un fotografo milanese i cui scatti sono stati, per lungo tempo, conservati solamente in una scatola. Una mostra che regala agli appassionati un quadro di una Milano retrò, nelle sue strade e nei suoi vicoli in bianco e nero, e che offre la possibilità di curiosare, come si rovistasse in un cassetto, nella vita e negli affetti del fotografo milanese.

Una vita di corsa © Enrico Corleone
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook