Serena Rosticci
#MomInTheCity
4 Novembre Nov 2015 2344 04 novembre 2015

Il lato oscuro della pancia (e l'accanimento delle lineette)

Due lineette non sono niente e sono tutto. Ti hanno stalkerato una vita, ma tu non le hai mai viste. Erano con te nel ricamo del grembiule bianco di prima elementare, erano la retta parallela di cui non hai mai capito l'equazione in seconda media e l'orlo giallo dei primi jeans attillati in terzo superiore. E ora sono lì, nitide, rosa, su un test di gravidanza a urlarti che sì, signorina, aspetti un bambino. A 27 anni.

Oddio e adesso?

Fatti uno Spritz, che ci pensi meglio. Anzi no, che mica puoi bere alcolici.

In un attimo ti rivedi bimba che strappi i capelli alla tua amichetta che aveva provato a prenderti la bambola (che tenerezza), poi più grandicella alla recita di Natale che interpretavi l'albero. E poi ancora al mare con i tuoi, il tuo primo bacio, le prime vere amicizie e poi Lui. L'amore. Il test. Le lineette. Allora è vero quello che dicono, che la vita ti passa davanti in un attimo quando vedi le lineet... Ah no, quello era prima di morire.

Vabbè è una bella cosa, ti dici, mica hai fatto niente per evitarlo. Ma sì, un bambino è gioia vera. Soprattutto quando non hai ben chiaro il dopo.

Le lineette.

Oddio, un po' di ansia la puoi avere. In fondo la tua vita sta per cambiare e dovresti prepararti ad affrontare anche il lato oscuro della gravidanza prima, della maternità poi. Quello che nessuno ha mai il coraggio di raccontare:

#5 Dì addio ai tuoi skinny jeans
E per tanto, tanto tempo. Li hai amati, ma adesso è ora di prenderti una pausa di riflessione. Una roba temporanea, digli, giusto per riflettere un po' sul vostro rapporto avvolta in nuovi e morbidi leggins. Super elasticizzati. Un giorno tornerai da loro, certo. Ma non domani, quando i primi rotoletti ti ammorbidiranno i fianchi. Diciamo che quel giorno, a oggi, è più vicino al mai. Ma esiste ed è poco più lontano di quando infilerai di nuovo il tuo piede in meraviglioso tacco 12.

#4 Anestetizza gli ormoni
Non cedere. Loro vorranno vederti cadere sotto il loro dominio, schiavizzarti, farti fare tutto quello che vogliono. Piangere per la pubblicità dei cereali e sbellicarti al funerale del vecchietto del quinto piano. Ti faranno urlare in mezzo allo strada perchè Lui ti ha ordinato un cornetto alla marmellata di fragole, anzichè di frutti di bosco per poi pentirti e piangere. Ti faranno gioire della maternità e poi piangere perchè sai di essere inadeguata. E poi ti faranno piangere. Ah, l'ho già detto?

#3 Dormi
Perchè sarai stanca, soprattutto i primi mesi. E ti sembrerà di non riuscire a combinare niente che non sia mangiare. Chissene frega. Dormi perchè non lo farai più per anni.

#2 Tutte saranno più fighe
Riuscirai solo a vedere che bella silohuette ha l'86enne che ti abita a fianco. E di come riesce a ballare l'Hully Gully in maniera così sexy tua zia che invece di anni ne ha 68. Per non parlare di quando incontrerai qualsiasi altra tua coetanea, Al suo confronto ti sembrerari una di quelle palle enormi che ti hanno fatto usare al corso preparto. E piangerai. Ma tranquilla, è solo colpa degli ormoni. Non ti avevo detto di non cedere?

#1 Non sarai più un essere umano
Non per la gente che incontrerai. Tutti si sentiranno autorizzati a fare e dire cose che normalmente non direbbero. "Si vede che è maschio Lina, guarda come le si è sformato il naso". "Nooo, ma che dici Maria, è femmina: guarda che fianchi larghi che le sono venuti". Hey, sono ancora qui, eh. Niente.

Piccola nota di coraggio: ci saranno momenti bellissimi, intimi che vivrai solo te con il tuo bambino. Da subito, dai primissimi giorni. E anche se non ti innamorerai subito di lui quando lo vedrai, stai tranquilla perchè accadrà. E sarà folle e misterioso, ma a un certo punto non potrai fare più a meno dell'odore dei suoi riccioli.

Come io dei tuoi.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook