Paola Bisconti
Anam
26 Febbraio Feb 2016 1212 26 febbraio 2016

Consigli alle bambine. Il vademecum più irriverente e sarcastico di Mark Twain riproposto con le illustrazioni di Vladimir Radunsky

Consigli Alle Bambine

La versione originale risale al 1906, ma grazie alla casa editrice Donzelli grandi e piccini potranno leggere e ammirare uno dei più bei lavori di Mark Twain intitolato “Consigli alle bambine”. Il vademecum riprodotto in un agile e ben curato formato grafico riporta le preziose e singolari raccomandazioni che lo storico scrittore ha fornito alle fanciulle impreziosite dalle bellissime illustrazioni di un grande artista contemporaneo, Vladimir Radunsky.

“Mai fare le maleducate con i grandi, a meno che non siano loro a cominciare” è uno dei tanti consigli che Twain dispensa in particolare alle figlie dei genitori dell’alta borghesia sempre tesi a creare modelli di bon ton ed educazione impeccabile perdendo di vista la naturale vivacità dei bambini.

Sarcastico e ironico, irriverente e geniale Twain diverte il lettore istigando bonariamente tutti coloro che si sentono oppressi da un mondo fatto di regole a volte inutilmente rigide che vanno ad annullare l’estro, la fantasia e la molteplicità della propria personalità rischiando di cadere nell’omologazione a ribellarsi.

“Se la mamma ti dice di fare una cosa, non sta bene dirle di no. È più utile e opportuno che tu le assicuri di fare come vuole lei, per poi attenerti con discrezione a quanto t’impone la tua somma saggezza” sollecita ancora il genio americano Twain ricordato in una maniera giocosa e sapiente in occasione del centenario della sua morte.

Il volume, accattivante e divertente, è un vero e proprio invito alla resistenza, un modo per sorridere delle marachelle dei bambini un po’ impertinenti. L’immediatezza dei messaggi densi di humour associati alle immagini assolutamente incantevoli rendono diretto il messaggio del testo che si rivela un’audace guida indispensabile per sovvertire le regole che schiacciano la propria indipendenza.

Offrire una sana ribellione alle regole è un’occasione per riacquistare libertà e intraprendenza contro qualsiasi forma di falso e ipocrita perbenismo.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook