Carlo Daveri
PMI & Made in Italy
18 Luglio Lug 2016 0940 18 luglio 2016

Smart working in crescita tra le PMI italiane

Smart Working1

C’è una tendenza in crescita in Italia, da non sottovalutare ed è quella dei knowledge workers impiegati nelle piccole e medie imprese che sono propensi a usare sempre più strumenti cloud based. Difatti, analizzando i recenti dati in merito, quasi due terzi dei knowledge workers sono impiegati in piccole e medie imprese, utilizzando strumenti on-demand con tecnologia cloud based nei loro ruoli professionali. I knowledge workers nelle piccole e medie imprese si aspettano grandi cambiamenti dal punto di vista professionale nei prossimi anni. Oltre un terzo ritiene che il proprio ruolo sia destinato a cambiare in modo profondo, mentre quasi i due terzi ritengono che il loro lavoro non sarà più lo stesso. In questo scenario in rapido mutamento, la fiducia risulta un fattore di estrema importanza.

Ormai, è evidente come la tecnologia stia avendo un impatto sempre più profondo nelle PMI. Quasi i due terzi delle piccole e medie imprese utilizzano dispositivi propri anche sul posto di lavoro, rispetto a poco meno della metà dei lavoratori delle aziende più grandi. Ciò suggerisce che le persone vogliono sempre più lavorare con i dispositivi con cui si sentono più comodi al di fuori dell’ufficio e quindi anche le piccole e medie imprese devono scegliere strumenti e applicazioni che possano andare incontro, in modo funzionale agli obiettivi, in questa direzione.

Le PMI risultano sempre più innovative proprio perché costrette a ottenere di più con meno risorse e quindi devono risultare più snelle ed agili delle aziende di medio-grandi dimensioni.

Le PMI che crescono meglio sono quelle più propense a sperimentare le nuove tecnologie, oltre a essere quelle più digital-oriented.

Per restare competitivi sul mercato queste aziende pongono il proprio team al primo posto nella gestione dell’organizzazione aziendale e la tecnologia diventa la chiave strategica per raggiungere codesto obiettivo.

Anche in DVR Capital, da diverso tempo, abbiamo colto questo momento di grande trasformazione e, proprio perché consci di questo cambiamento in atto, prestiamo grande attenzione alle esigenze e ai bisogni delle nostre risorse.

I lavoratori delle PMI difatti, desiderano avere un maggiore controllo su come e su dove lavorano, cosa che la tecnologia permette di fare, per le motivazioni espresse precedentemente. E’ giusto quindi che il lavoratore sia flessibile, conseguentemente al risultato aziendale da raggiungere. Il mercato ormai va in questa direzione e le aziende più lungimiranti non solo hanno intuito queste pratiche, ma le hanno anche adottate.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook