Edoardo Beltrame
Guarda bene la bolletta
17 Novembre Nov 2016 1655 17 novembre 2016

La crisi francese e la tempesta perfetta

Il PUN - Prezzo Unico Nazionale dell'energia elettrica - si forma in borsa e vale un terzo della bolletta.

Negli ultimi due anni il PUN é precipitato ma il consumatore non se ne accorto perché gli altri due terzi della bolletta (oneri di sistema, tasse e amenicoli vari) sono letteralmente esplosi a oltre 15 miliardi di euro.

Nei ultimi due mesi, numerose centrali nucleari francesi sono state fermate, il prezzo dell'energia europea é esploso e il PUN é, solo per ora, raddoppiato.

E' probabile che, nei prossimi mesi, l'Italia resti senza l'energia che importa storicamante dalla Francia, una media di 4,5 TWh al mese pari quasi al 20% dell'energia che produciamo.

Bisognerà quindi produrre energia con il fossile, perché d'inverno il sole é poco.

Abbiamo appena finito di pagare incentivi alle rinnovabili per 13 miliardi di euro e ora cominciamo a pagare il gap francese.

Chiuse o sequestrate le centrali a carbone perché inquinano, bisognerà andare a gas.

Come ogni inverno verrà fuori il problema ucraino che, ogni anno, risolviamo pagando ai russi il gas utilizzato dagli ucraini così i russi ci danno il nostro gas, che passa dall'Ucraina.

Il che si tradurrà in un aumento secco del prezzo del gas anche perché i russi, da un po' di tempo, ce lo vendono a prezzi stracciati.

I modelli matematici danno come probabile un inverno mite e speriamo sia così perché altrimenti l'aumento delle bollette sarà catastrofico.

Il presidente dell'Autorità per l'energia dice che per ora "numeri non ne dà" ma, entro dicembre, dovrà stabilire le tariffe del primo trimestre 2017 per dieci milioni di utenti e e l'aumento a due cifre é purtroppo scontato.

Ma, per chi potrà pagare, sarà il minore dei mali perché, sia in Francia che in Inghilterra, stanno già parlando di razionamento.

www.edoardobeltrame.com

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook