Edoardo Varini
Due o tre cose che so del mondo
24 Dicembre Dic 2016 2122 24 dicembre 2016

La cultura: e le cose non sono più le stesse - Buon Natale

Schna

Per me Natale sono le copertine del "New Yorker". Da adulto, diciamo da quando ho vent'anni. Fino a dieci sono stati i soldatini, poi le armi ad aria compressa e i trenini e le autopiste e poi i modellini da costruire.

Dimenticavo il meccano, che a dire il vero non mi ha mai dato grandi soddisfazioni.

Modellini di tutto. Il primo: il Bounty. L'ultimo, mi pare, l'Admiral Graf Spee. In mezzo di tutto: caccia, cacciabombardieri, bombardieri, carri armati, motociclette, biciclette, auto.

Poi, da grande, ho smesso di costruire. Ho guardato le costruzioni intorno. La costruzione più interessante che ho trovato si chiama cultura.

Ti fa vedere le cose ipoteticamente. Ti apre un ventaglio di possibilità. Natale può essere il tempo di un omicidio.

Questa cosa non è triste. È allegra. Perché puoi trasformare la Morte in Babbo Natale e viceversa.

Ti rende terribilmente somigliante a qualunque cosa sia più grande di te. Dio compreso.

Tanti auguri ai miei cari lettori

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook