Elisabetta Favale
E(li's)books
29 Aprile Apr 2017 0708 29 aprile 2017

The Instructions by Adam Levin

Instructions Paperback Lores

Quasi ogni settimana suggerisco un libro in lingua inglese, oggi vi parlo di un libro del 2011: The Instructions di un autore che si chiama Adam Levin. Perché ho scelto questo libro? Intanto perché mi incuriosisce sempre molto la cosiddetta “American Jewish literature”, poi per la trama. Maccabee è un bambino ebreo di 10 anni che finisce nel Cage, un programma per bambini cacciati dalle scuole ebraiche perché incontrollabili, ha “tendenze messianiche”, è un combattente e un affabulatore, mi incuriosisce perché è stato scritto che ricorda molto il Safran Foer di “Molto forte incredibilmente vicino” e per alcuni versi Philip Roth, ancora, mi incuriosisce perché la stampa americana ha scritto che ha subito l’influenza di David Foster Wallace che io adoro, il libro è di ben 900 pagine e leggerlo in inglese sarà uno sforzo non male ma il fatto che ci sia un mix tra la slapstick comedy e una storia dissacrante dove il protagonista incarna senza paura tutti i preconcetti e i luoghi comuni diffusi nei confronti degli israeliani… beh mi spinge a provare l’impresa. Purtroppo non esiste la versione ebook mentre invece si trova anche a 5 dollari per esempio sul sito di mcsweeney's.

THE INSTRUCTIONS

Adam Levin

Beginning with a chance encounter with the beautiful Eliza June Watermark and ending, four days and 900 pages later, with the Events of November 17, this is the story of Gurion Maccabee, age ten: a lover, a fighter, a scholar, and a truly spectacular talker. Expelled from three Jewish day-schools for acts of violence and messianic tendencies, Gurion ends up in the Cage, a special lockdown program for the most hopeless cases of Aptakisic Junior High. Separated from his scholarly followers, Gurion becomes a leader of a very different sort, with righteous aims building to a revolution of troubling intensity.

The Instructions is an absolutely singular work of fiction by an important new talent. Combining the crackling voice of Philip Roth with the encyclopedic mind of David Foster Wallace, Adam Levin has shaped a world driven equally by moral fervor and slapstick comedy—a novel that is muscular and exuberant, troubling and empathetic, monumental, breakneck, romantic, and unforgettable.

Awards & Honors:

  • Winner of the New York Public Library's Young Lions Award.
  • Winner of the inaugural Indie Booksellers Choice Award.
  • IndieBound Next List pick.
  • Finalist for the National Jewish Book Award.
  • Powell’s Indiespensible selection.
  • The Rumpus Book Club selection for October 2010.
  • Jewcy's favorite novel of 2010

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook