Elisabetta Favale
E(li's)books
18 Maggio Mag 2017 2151 18 maggio 2017

Il vestito nuovo della Ministra Israeliana a Cannes

Miri Regev Cannes

Miri Regev, “Ministra” della cultura di Israele, sembra aver preso sul serio il suggerimento di Virginia Woolfchange our view of the world and the world’s view of us”, si è presentata sul red carpet del festival di Cannes con un vestito che sull’orlo aveva lo skyline di Gerusalemme. Il vestito è opera di Aviad Arik Herman e vuole (forse) essere un omaggio ai 50 anni dalla liberazione e unificazione di Israele.

A questo punto permettetemi una citazione sempre riferita a Virginia Woolf tratta da un suo racconto breve: Il vestito nuovo, la protagonista, Mabel, è stata invitata ad una festa dalla Signora Dalloway, si fa confezionare un abito nuovo per l’occasione, ne è entusiasta fino a quando entra nel salotto e…

Tutto era stato assolutamente distrutto, smascherato, annientato, al momento in cui aveva fatto il suo ingresso nel salotto della Signora Dalloway

E una sola parola di lode, una parola affettuosa di Charles avrebbe reso tutto diverso per lei in quel momento. Se solo avesse detto, - Mabel, sei deliziosa stasera! – la sua vita sarebbe cambiata”.

Il vestito di Miri Regev è stato notato da pochi e ne hanno scritto solo un paio di giornali americani e qualcuno su Twitter, non ho trovato commenti su giornali o social italiani… o francesi , della serie " mi si nota di più se vengo e me ne sto in disparte o se non vengo per niente".

In quanto al racconto della Woolf, era probabilmente un capitolo de La Signora Dalloway, alla fine invece, visto che venne pubblicato prima su una rivista di New York, finì per essere inserito in una raccolta di racconti pubblicata postuma, Una casa infestata.

Potete trovare una edizione Newton classici del 2012

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook