Talentosprecato
NewsBandite
21 Settembre Set 2017 1701 21 settembre 2017

Omofobia: cambia le regole del gioco, #SmileandFight col #rugby!

Coppia Smile
Smile and Fight against Omofobia

#SmileandFight per cambiare le regole, contro l'omofobia. Domani alle 10.30 al Parco Forlanini di Milano

Sarà una mattinata di sport, ironia e impegno sociale per chiedere che, come avviene già in molte nazioni, lo sport italiano dica apertamente no all’omofobia.

L'evento si terrà al Parco Forlanini di Milano, in cui Libera Rugby Club, la prima squadra di rugby inclusiva d’Italia, già protagonista del famoso bacio tra rugbisti finito in copertina su Sportweek nel 2015, incontrerà una selezione di ex nazionali in una partita (non regolamentare) di rugby a 7.

Prima dell’incontro si esibirà in un’ironica haka-antiomofobia a sottolineare il tono sorridente che permea l’intero evento. La giornata infatti sarà l’occasione per lanciare ufficialmente la campagna ‘Mostra i denti contro l’omofobia’: tutti i giocatori si faranno un selfie con il paradenti arcobaleno simbolo della campagna a cui stanno aderendo campioni di tutti gli sport, come Marco Parolo, calciatore della Lazio e della Nazionale, i nuotatori Filippo Magnini, Massimiliano Rosolino, Simona Quadarella, vincitrice di un bronzo ai mondiali di Budapest 2017, Luca Marin, Giusy Versace la campionessa paralimpica vincitrice di ‘Ballando con le stelle’, Luca Mora, capitano della Spal, Paolo Pizzo, campione mondiale di scherma, Angelica Savrayuk, ginnasta vincitrice di tre titoli mondiali, Alessandro Lucarelli, capitano del Parma Calcio 1913, la ‘Coppia dei sogni’, Emanuele Di Marino e Arjola Dedaj, atleti paralimpici, vincitori di tre medaglie agli ultimi mondiali di Londra, Adriano Malori, ciclista, medaglia d’argento nella cronometro ai mondiali del 2015, Gianluca Mandras, già campione italiano dei pesi massimi e tanti altri che stanno ancora aderendo.

L’obiettivo finale è che, dopo l’inserimento nel regolamento del Coni nel 2015 del divieto di discriminazione secondo l’orientamento sessuale, lo stesso divieto venga introdotto in tutti gli Statuti di Federazioni, Leghe ecc. di tutti gli sport.

Per questo verrà realizzato uno specifico appello a fine partita e tutti i partecipanti potranno sostenerlo facendosi sul posto un selfie con i paradenti arcobaleno da viralizzare sui social con l’hasthtag della campagna #SmileAndFight

Per consentire a tutti di appoggiare la campagna, tutti i selfie saranno raccolti sul sito della campagna www.smileandfight.it dove chiunque può accedere al frame di Fb che consente di farsi il ‘selfie-arcobaleno’ a sostegno dell’iniziativa che verrà pubblicato insieme a quello dei campioni.

A conclusione di evento si terrà uno speciale ‘terzo tempo’ con pasta al sugo per tutti offerta dal jersey sponsor di Libera, Althea – Amore e sughi, brand da sempre schierato a favore dei diritti della comunità Lgbt, fin dal suo lancio sul mercato a fine 2012. Per questo impegno, che ha preceduto tutto il dibattito più recente sul tema, e per il sostegno a Libera anche nel precedente evento culminato nella copertina su Sportweek, Althea è uno dei brand più amati e seguiti sui social.

Programma – Sabato 23 settembre, dalle 10.30

  • Presentazione delle squadre
  • Haka Anti-omofobia
  • Partita (2 tempi da 20’)
  • Premiazione
  • Appello
  • ‘Terzo tempo’

Fine evento: ore 13

L’evento è gratuito e aperto a tutti.

Comunicato di Lampi Comunicazione, Parma

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook