Elisabetta Favale
E(li's)books
3 Dicembre Dic 2017 1809 03 dicembre 2017

Damien Hirst lascia Venezia

3E88A94C 4285 4F69 AA54 570C2B435CB1

Ieri era l’ultimo giorno della mostra di Damien Hirst a Venezia, doppia esposizione per le sue gigantesche opere, a Punta della Dogana e nella magnifica cornice di Palazzo Grassi.

Io sono andata e devo ammettere che non saprei da che parte stare, se tra quelli che criticano questo suo modo di lavorare, spesso anche rifacendosi sfacciatamente ad altri artisti (mi ha fatto spesso pensare al più originale e meno patinato Banksy) o tra quelli che ne ammirano le incredibili qualità, prima tra tutte, quella di riuscire a usare la comunicazione per creare attorno alle sue mostre dibattiti e violente critiche che finiscono per rendergli il favore di pubblicizzare le sue “imprese”.

Di certo, Hirst, con le sue opere “ammantate” da storie vere e false allo stesso tempo, mi ha incuriosito e lasciato a bocca aperta soprattutto per la parte dell’esposizione di Palazzo Grassi.

Per chi volesse conoscere questo controverso artista britannico consiglio il libro!

Provare per credere!

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook