Alberto Ciapparoni
ilGraffio
17 Gennaio Gen 2018 1606 17 gennaio 2018

Giustizia ingiusta, in aiuto di Vittorio Gallo

giustizia

Chi ha visto "Non voltarti indietro", il docufilm, pluripremiato, sulle vittime di ingiusta detenzione (prodotto dai giornalisti Valentino Maimone e Benedetto Lattanzi, e dall’avvocato Stefano Oliva, con la regia di Francesco Del Grosso) lo riconoscerà come uno dei protagonisti. Vittorio Gallo ha subito 12 mesi di ingiusta detenzione per una rapina mai commessa, è stato assolto per non aver commesso il fatto dopo 13 anni, la sua vita privata e lavorativa è stata distrutta, la salute rovinata, per colpa di un errore giudiziario. E ha ancora bisogno di aiuto. Difatti, è misteriosamente scomparso il suo TFR, una somma di cui in questo momento ha un disperato bisogno.
Se volete offrire qualunque aiuto o consiglio pratico che contribuisca a sciogliere questa intricata matassa, potete scrivere alla seguente mail: info@errorigiudiziari.com.
Vittorio Gallo insomma è stato vittima di un errore giudiziario che gli è costato un anno di ingiusta detenzione e una vita distrutta, ma il suo purtroppo non è un caso isolato. Dal dopoguerra ai giorni nostri sono tantissimi, per rendersene conto basta visitare proprio il sito www.errorigiudiziari.com, il primo archivio on line del genere, ed unico in Italia e in Europa. Se nella campagna elettorale in corso, si parlasse anche di questo tema degli errori giudiziari, come dire, sarebbe cosa buona e giusta…

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook