Claudio Scaccianoce
Adrenalina e motori
30 Marzo Mar 2018 1447 30 marzo 2018

And the winner is…

Cop

Con questo articolo chiudiamo il nostro racconto dei Campionati del Mondo di Pattinaggio di Figura ISU che si sono tenuti a Milano dal 21 al 25 di questo mese.

Abbiamo parlato dei fondamentali della specialità, http://www.linkiesta.it/it/blog-post/2018/03/22/milano-2018-ice-caput-mundi/26724/ dell’ambiente sportivo, del pubblico del pattinaggio, degli atleti azzurri. http://www.linkiesta.it/it/blog-post/2018/03/25/fire-on-ice/26732/

E’ giusto parlare adesso brevemente anche dei vincitori della competizione.

Come abbiamo visto in precedenza, sono stati assegnati quattro titoli mondiali; artistico maschile, artistico femminile, artistico coppie e danza coppie.

Partiamo proprio da quest’ultima specialità. Il rammarico per la mancata medaglia di bronzo della nostra coppia Anna Cappellini e Luca Lanotte è ancora ben presente. Un bronzo mondiale sfuggito per un’inezia. I terzi classificati hanno totalizzato un punteggio di 192,35 ed i nostri azzurri un punteggio di 192,08. Separati da un sussurro, da un battito di ciglia. Ricordiamo anche l’ingresso nella top ten della coppia azzurra Charlène Guignard e Marco Fabbri.

FrancescoScaccianocePhotography ©
Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron - Francia.

Al terzo posto si sono piazzati i pattinatori canadesi Kaitlyn Weaver e Andrew Poje, sul secondo gradino del podio salgono gli statunitensi Madison Hubbell e Zachary Donohue, mentre il titolo è andato ai francesi Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron.

Terzo titolo mondiale per i ragazzi transalpini (secondi alle Olimpiadi coreane di febbraio), conquistato stabilendo il nuovo record mondiale di 207,20 punti.

Cosa dire di loro? Splendidi. Non mi azzardo a dare un giudizio tecnico, non ne ho la competenza. Si vede comunque che questa coppia ha qualcosa di magico, un filo invisibile che li tiene in costante equilibrio, in perfetta armonia. Nel libero hanno scelto una serie di brani di musica classica che si sono rivelati la base ideale per il loro pattinare. Credetemi però; se questi due giovani decidessero di pattinare sulle note dell’inno del Dopolavoro Ferroviario FF.SS. di Casamicciola… stupirebbero tutti allo stesso modo. La loro è magia.

FrancescoScaccianocePhotography ©
Aljona Savchenko e Bruno Massot - Germania.

Rimaniamo con il focus puntato sulla competizione a coppie. Nell’artistico coppie il pronostico è stato pienamente rispettato.

Già al primo posto dopo il programma corto, i fuoriclasse tedeschi Aljona Savchenko e Bruno Massot hanno vinto il titolo stabilendo il nuovo primato mondiale di 245,54 punti. Alle Olimpiadi in Corea avevano vinto l’oro ed ai mondiali si sono confermati i padroni assoluti della specialità. Deutschland über alles, senza dubbio.

Medaglia d’argento per i russi Evgenia Tarasova e Vladimir Morozov, bronzo ai francesi Vanessa James e Morgan Cipres, con i terzi classificati particolarmente apprezzati dal pubblico del Forum che li ha sostenuti con molta partecipazione emotiva.

FrancescoScaccianocePhotography ©
Nathan Chen - USA.

Artistico maschile: è l’americano Nathan Chen il nuovo Campione del Mondo. Diciotto anni, medaglia di bronzo nel team event a PyeongChang, al Forum si avvicina molto alla perfezione e mette a segno il suo personal best, con 321.40 punti.

Il giapponese Shoma Uno si piazza secondo ed il russo Mikhail Kolyada agguanta il bronzo.

Nathan Chen nel programma libero pattina con grande determinazione riuscendo a sfruttare al meglio una colonna sonora arditamente pensata e realizzata: un mix tra Mao's Last Dancer (soundtrack) by Christopher Gordon e Sacre du Printemps by Igor Stravinski. Pubblico in delirio.

Kaetlyn Osmond (classe 1995) può sfoderare il suo bellissimo sorriso e riportare in Canada l’alloro mondiale.

FrancescoScaccianocePhotography ©
Kaetlyn Osmond - Canada.

Ed eccoci all’artistico femminile, dove ogni pronostico ed ogni aspettativa vengono stravolti e ribaltati. La canadese Kaetlyn Osmond, quarta dopo lo short program effettua una grande rimonta e conquista la medaglia d’oro. Alle sue spalle si classificano nell’ordine le due giovani giapponesi Wakaba Higuchi e Satoko Miyahara.

La nostra Carolina Kostner (prima al termine del programma breve) incappa in una giornata storta mentre la quindicenne russa Alina Zagitova (talento purissimo e vincitrice dei XXIII Giochi Olimpici coreani) invece infila una serie di cadute e, nonostante il supporto del pubblico, scivola in classifica verso il basso. Ma il futuro è suo; a soli quindici anni ha già sbalordito pubblico e tecnici, basta aggiungere un pizzico di esperienza per insediarsi saldamente sul trono di regina dell’artistico femminile.

Nel mentre pero’, Kaetlyn Osmond (classe 1995) può sfoderare il suo bellissimo sorriso e riportare in Canada l’alloro mondiale. Brava, simpatica e coriacea, mai doma.

Andate a trovarli, non vi allontaneranno dalla pista ghiacciata, anzi sono certo che vi accoglieranno con un sorriso.

Bene, archiviamo questa edizione milanese dei Campionati del Mondo. Ma prima di voltare pagina, prendete carta, penna e calamaio. Invito rivolto in particolare ai ragazzi giovani ed ai loro genitori.

Scrivetevi questi nomi: Matteo RIZZO, Carolina KOSTNER, Elisabetta LECCARDI, Nicole DELLA MONICA e Matteo GUARISE, Valentina MARCHEI e Ondrej HOTAREK, Anna CAPPELLINI e Luca LANOTTE, Charlène GUIGNARD e Marco FABBRI.

Sono i nostri azzurri, sono tutti ragazzi giovani, gentili, cortesi e disponibili. Sono tutti atleti molto “social” e se darete un’occhiata ai loro profili potrete facilmente scoprire dove si allenano. Andate a trovarli, non vi allontaneranno dalla pista ghiacciata, anzi sono certo che vi accoglieranno con un sorriso. Guardate bene i loro allenamenti, troverete tecnica, atletismo, gioia, allegria e tanto sacrificio. Questo è lo sport. E se sentite un prurito strano nel vederli pattinare, fatevi coraggio. Vi indicheranno come trovare un paio di pattini e come buttarsi nella mischia. Avanti tutta!

FrancescoScaccianocePhotography ©
ISU WORLD FIGURE SKATING CHAMPIONSHIPS® 2018 MILANO
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook