Elena Inversetti
Inversamente
12 Aprile Apr 2018 1035 12 aprile 2018

#genitoridigitali se ci siete battete un colpo

Genitori Digitali Inversamente Elena Inversetti
genitori genitoridigitali digital social educazione

Che i genitori oggi abbiano bisogno di educarsi per educare non è una novità. E dato che gran parte della nostra vita e di quella dei nostri figli passa (volenti o nolenti) immersa negli schermi, ecco che allora l’educazione passa anche attraverso il digitale.

Per capire cosa fanno e cosa pensano i nostri figli.
Per sapere come accompagnarli.
Per non farci trovare impreparati. Dobbiamo studiare. Conoscere.
Perché mentre noi mettiamo Love su Facebook e postiamo la foto del nostro pargolo mentre soffia la candelina sulla torta dei Power Rangers, lui su Instagram e Snapchat sta facendo cose, scaricando app, interagendo con… che manco ce lo sogniamo!

Ergo, nel vasto mondo dei movimenti globali di genitori digitali, io ho deciso di seguire loro: GENITORI DIGITAL

Di cosa si tratta? Di un network di genitori-professionisti del web che insegnano ai “colleghi” genitori a diventare digitali per aiutare i propri figli, per seguirli a 360 gradi. Come scrive l’amico e collega Francesco Facchini che qui presenta il progetto si tratta di “un’azione sociale”.

La mia preferita è questa: “Il web non è la baby-sitter: il genitore digitale attivo regalerà al triangolo genitore-figlio-web quelle istruzioni per l’uso che faranno diventare il rapporto con la rete un grande viaggio di conoscenza”

Devo invece fare molta pratica su questo punto: “Il web e lo smartphone non sono luoghi di divieto. Il genitore digitale attivo insegnerà ad altri genitori la coerenza e la correttezza del rapporto con i figli per quanto riguarda l’accesso a internet da telefono. Non divieti, ma dialoghi”

Trovo infine molto molto sfidante, al limite del possibile, quest’altro punto del programma: “Il web non è il luogo del controllo: è il luogo della fiducia. Il genitore digitale attivo insegnerà ad altri genitori come fare in modo che i figli abbiano piena e corretta espressione della propria persona nei social senza mettersi in pericolo”

#GenitoriDigitali ci siete?
Io ci sono!
Dobbiamo partire da noi, da casa nostra, dai nostri amici, dalle scuole dei nostri figli, dal nostro territorio.

Cominciamo da qui: https://www.facebook.com/genitoridigital/

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook