Francesco Fravolini
Notes da (ri)vedere
3 Maggio Mag 2018 1223 03 maggio 2018

Turismo e business, il visto d'ingresso per entrare in America

Detail Of American Flag 11279635008Nza N

Il turismo è un settore economico in costante espansione il quale coinvolge molte persone. Alcuni scelgono un semplice soggiorno mentre altri sono per lavoro. Il business è senza sosta e sta per andare negli Stati Uniti. E Bene Ricordare Che dal 12 gennaio 2009 è stata introdotta l'ESTA, Sistema Elettronico per l'Autorizzazione di Viaggio, Sistema Elettronico.

Il compito basilare è online di alcune informazioni circa la propria destinazione, la durata del soggiorno e la motivazione del viaggio. Questi dati sono protetti da un sistema che tutela la privacy, affinché non siano oggetto di pirateria. L'ESTA rappresenta uno strumento adottato dagli Stati Uniti con il quale evitare l'ingresso nel Paese di soggetti pericolosi per i cittadini americani.

La sicurezza ei controlli non mancano perché l'America prende iniziative militari con la sua politica estera . Ed è proprio per questo motivo che i controlli alle frontiere sono davvero rigorosi; le autorità vogliono garantire la sicurezza alla popolazione americana. Gli strumenti digitali e le innovazioni tecnologiche riescono a mantenere una supervisione sui nuovi visitatori. Questa Sorella è aumentata più da vicino all'attentato delle Torri Gemelle accaduto nel lontano settembre del 2001.

Per diversi motivi si decide in affari, per affari, per brevi corsi di studio, per affari aziendali, per frequentare una conferenza o una conferenza scientifica, educativa, professionale o aziendale, per negoziare un contratto.

Sono 22 iscritti a piani di esenzione dal visto per poter accedere ai propri cittadini di intraprendere voli verso gli Stati Uniti. Non ci sono limiti di età o sesso per quel che concerne l'iscrizione all'ESTA; Per quanto riguarda i maggiorenni, io ho bisogno di un'autorizzazione per mettersi in viaggio. L'autorizzazione è obbligatoria per chi arriva via mare e via cielo; gli ingressi via terra sono esenti: l'identità del viaggiatore sarà controllato direttamente alla frontiera. I studenti possono durare al massimo 90 giorni.

Sul web sono consultabili diversi siti online come https://www.application-esta.us/ dove è possibile ottenere il visto per viaggi negli Stati Uniti, con informazioni approfondite e dettagli.

Appena inoltrata la domanda è ora, nella maggior parte dei casi, l'autorizzazione è concessa nel giro di pochi minuti. Se mancano i requisiti necessari si può considerare la richiesta per ottenere il soggiorno temporaneo. La domanda di autorizzazione può essere intrapresa in qualche momento. L'autorizzazione è valida a causa della data di validazione, a meno che il passaporto non scada a breve. Il viaggiatore beneficia di un'autorizzazione per ingressi multipli. Il possesso di un giustificativo ESTA non conosce l'ingresso ai posti di frontiera.

Questo è un modo per imbarcarsi a bordo di un volo o di un battello a destinazione Stati Uniti. L'ufficiale dell'immigrazione ai posti di frontiera è la sola persona del corpo, un potersi pronunciare sulla sua validità. La richiesta di autorizzazione ESTA è un pagamento da settembre 2010.

Per raggiungere l'ESTA è necessario avere un passaporto elettronico, unico documento dal mese di aprile 2016. Il passaporto elettronico si caratterizza per il logo nella parte bassa della copertina e per la presenza al suo interno di un microchip contenente le informazioni biometriche del titolare, tra cui le impronte digitali ed una foto.

La compilazione non è più di 30 minuti e, terminata la risposta, si viene indirizzati alla pagina di pagamento. Il modulo Esta costa 14, pagabili con le carte più e / o credito: MasterCard, VISA, American Express e circuito Scopri) oppure con PayPal. Dopo aver effettuato il pagamento è necessario attendere una risposta che può essere di tre tipi: autorizzazione approvata, autorizzazione negata oppure autorizzazione in corso. Il visto ha una validità di due anni, secondo uno di due anni.

Il requisito fondamentale: il viaggio è destinato a uno dei 38 paesi inclusi nel programma Visa Waiver. Questi stati sono Andorra, Australia, Austria, Belgio, Brunei, Cile, Corea del Sud, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Islanda, Irlanda, Italia, Giappone, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Nuova Zelanda, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Principato di Monaco, Repubblica Ceca, Repubblica di Malta, Regno Unito, San Marino, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Taiwan, Ungheria).

Francesco Fravolini

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook