Dario Russo
Babele
25 Luglio Lug 2018 1811 25 luglio 2018

Shopping Online: Italia ed in Europa è la moda a dominare

Online Shopping

Nel variegato panorama del commercio digitale, che a livello mondiale ha un giro d'affari superiore ai 3 miliardi di dollari, c'è un segmento che continua a intercettare in maniera trasversale l'interesse degli e-shopper di ogni Paese, ovvero la moda, intendendo sia l'abbigliamento lifestyle che gli accessori. Le ultime rilevazioni, come l'European Ecommerce Report 2018 o le analisi di NetComm e Casaleggio Associati sullo scenario italiano, confermo l'incidenza del settore e la sua evoluzione continua.

L'eCommerce in Italia sta crescendo

Partendo proprio dai dati relativi al nostro Paese, secondo l'ultima edizione del noto report della Casaleggio Associati l'eCommerce in Italia nel 2018 ha superato quota 45 miliardi di euro, grazie anche all'incremento della diffusione del Web che ha raggiunto il 90% della popolazione tra gli 11 e i 74 anni (ovvero, ci sono 43 milioni di italiani che dichiarano di poter accedere a Internet da location fisse o da mobile). In questo contesto, la moda come detto gioca un ruolo sempre più preminente.

La rilevanza del settore moda

Soltanto nell'ultimo anno, gli acquisti legati a questo comparto che comprende non solo il "vestiario" quotidiano, ma anche accessori e altre categorie particolari, sono cresciuti del 30%, e in base alle stime dovrebbero ulteriormente salire del 46% in questo 2018. Merito anche della maturazione dell'offerta che non è più semplicemente "generalista" e rivolta solo ai consumatori comuni, ma ha saputo intercettare anche nicchie specifiche, come nel caso di Gedshop, piattaforma B2B che vende abbigliamento da lavoro personalizzabile in base alle esigenze della singola azienda.

Nel mondo il fashion vale oltre mezzo miliardo di euro

La tendenza qui descritta non riguarda però soltanto l'Italia che è ancora indietro rispetto al ritmo già tenuto da altri paesi più avanzati; secondo il Netcomm Focus Fahion & Lifestyle, il numero dei consumatori mondiali che scelgono di acquistare abbigliamento e accessori online aumenterà con un tasso del 9% all'anno fino al 2022, superando il miliardo e mezzo di e-shopper, mentre la quota di spesa crescerà del 12% ogni 12 mesi, sfiorando i 650 milioni di euro nel 2022.

Il Nord Europa è più dinamico online

Limitando l'analisi all'Europa, l'ultimo studio della Ecommerce Foundation incorona gli stati del nord come i più attivi sia per diffusione della rete che per percentuale di consumatori che acquistano online; ad esempio, in Svezia, Regno Unito e Paesi Bassi il tasso dell'eCommerce di beni e servizi raggiunge diffusioni vicine all'80%,, mentre dall'altra parte della classifica si piazzano nazioni come Romania, Macedonia e Montenegro che "diffidano" ancora dei canali digitali.

Oltre 534 miliardi di euro in shopping online

Anche nel Vecchio Continente la moda (e in particolare abbigliamento e articoli sportivi) rappresenta uno dei settori più importanti per la spesa online, con la maggior parte delle persone che compra articoli con prezzi tra i 100 e i 499 euro. In termini quantitativi, il rapporto stima che il fatturato complessivo business to consumer per l’ecommerce europeo nel 2017 è stato pari a 534 miliardi di euro, mentre entro la fine dell'anno è prevista una crescita fino a 602 miliardi di euro, praticamente il doppio rispetto ai 307 miliardi di euro registrati nel 2013.

I consumatori europei scelgono Amazon

A questo risultato concorre innanzitutto il Regno Unito che con 178 miliardi di euro si guadagna il titolo di mercato più grande per l'ecommerce europeo, seguito dalla Francia (con 93,2 miliardi di euro) e dalla Germania (93 miliardi di euro). Per quanto riguarda i canali di vendita, Amazon è il marketplace preferito anche nel Vecchio Continente, con Argos e Bonprix che salgono sul podio del tasso di visite da parte degli utenti europei, ma buone performance sono registrate anche da altri rivenditori online globali come Aliexpress ed eBay.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook