Daniele Grassucci
Dopo Skuola
26 Ottobre Ott 2018 1630 26 ottobre 2018

Giovani e droghe leggere, ne fa uso 1 su 10 (anche a scuola)

Droghe Leggere (1)

A scuola, per strada, nei locali frequentati abitualmente, persino sul web: sono tanti e vari i modi in cui i giovani di oggi - tra cui anche tanti adolescenti - possono procurarsi le droghe. A darne conferma un sondaggio effettuato da Skuola.net su 7500 ragazzi tra i 13 e i 18 anni, in occasione della seconda puntata di ‘Generazione Giovani’, il primo programma di carattere sociale del nucleo produttivo di Milano, condotto da Milo Infante, in onda la domenica alle 10:00 su Rai2, che vede al centro della discussione proprio questo tema.

Adolescenti e droghe leggere: un rapporto sin troppo stretto

La ricerca si è concentrata sul rapporto che i più piccoli hanno con le droghe leggere (marijuana, hashish, ecc.). E il quadro che ne è scaturito è abbastanza allarmante: circa 1 su 10 ha ammesso di fare uso di sostanze stupefacenti a base di Cannabis (il 7% qualche volta, il 3% abitualmente). A questi numeri va aggiunto un 6% che le ha provate solo una volta e un 5% che, ad oggi, non ne consuma ma lo ha fatto in passato. Il 79%, tuttavia, se n’è sempre tenuto a debita distanza.

I luoghi più battuti per l’acquisto di Cannabis

Il motivo di un utilizzo così diffuso? Presto detto: l’estrema facilità nel procurarsele. Limitando lo sguardo ai cannabinoidi, gli studenti li acquistano praticamente ovunque. Tra i consumatori – sporadici o abituali che siano – il 41% li trova per strada, nelle piazze di spaccio o in luoghi ben precisi. Subito dopo, però, viene la scuola: il 18% dei ragazzi intervistati ha detto di comprare le droghe leggere tra bagni, cortili e corridoi del proprio istituto. Scarse, invece, le ‘vendite’ effettuate in discoteca (2%) e sul web (2%). Almeno per quel che riguarda questo tipo di droghe.

Minimarket scuola: qui la droga si compra e si consuma

Scuola che, tra l’altro, rientra anche tra le location preferite per il consumo. Quasi la metà di chi fa uso di droghe leggere (47%) confessa di essersi fatto almeno una volta una canna all’interno della propria scuola: per il 16% rientra nella normalità, il 20% azzarda ogni tanto, l’11% ci ha provato una volta sola. Solo il 53% non si è mai spinto fino a questo punto. Inoltre, dal consumatore allo spacciatore, il passo è breve: al 17% la droga è stata venduta da un compagno di classe o d’ istituto. Il 18%, invece, si affida a estranei; il 20% a uno spacciatore occasionale. Ma la maggior parte – il 44% - si rivolge agli amici (non di scuola).

Anche la cannabis legale ha il suo pubblico

E le altre droghe, quelle più ‘pesanti’? Gli adolescenti sembrano non esserne particolarmente attratti: il 96% (dell’intero campione) dice di non averle mai provate. Sembra, al contrario, più consistente il giro d’affari che i più giovani muovono attorno alla cannabis legale, quella che si compra nei negozi autorizzati: più di 1 su 10 – l’11% - l’ha comprata e testata (l’8% solamente una volta, il 2% spesso, l’1% abitualmente).

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook