Maurizio Sgroi
il Cronicario di Crusoe
5 Marzo Mar 2019 1448 05 marzo 2019

Se cala il pil è colpa dei tecnici. Anzi dei magazzinieri

Letter

Proverbio del 5 marzo Chi è esperto di inganni non conosce pudore

Numero del giorno: 1 Calo % produzione meccanica nel IVQ 2018 secondo Federmeccanica

Cittadini,

il pil è diminuito e va bene. Ma bisogna sapere leggere i dati diffusi da Istat per evitare le solite interpretazioni faziose. Perciò è opportuno che sappiate (e ricordiate) bene alcune cose fondamentali che potete twittare a piacimento.

La prima, fondamentale: è colpa di quelli di prima. Detto ciò, se proprio volete continuate a leggere, sennò basta questo a chiudere il discorso.

Ma se proprio proprio ci tenete a far la figura dei cervelloni, allora potete uscirvene dicendo che “Si vabbé, il pil è diminuito nel quarto trimestre ma meno della stima. Parliamo di un -0,1%, ai confini dell’errore statistico. E’ chiaramente una recessione tecnica”.

Non sapete che vuol dire recessione tecnica? Vabbé, a parte che non ve lo chiederà mai nessuno. Ma nel caso rispondete che vuol dire che la recessione è colpa dei tecnici, non dei politici. Ma sempre di quelli di prima.

E se proprio vi ci tirano per i capelli, e proprio proprio c’avete tempo da perdere con i troll, dite a questi fenomeni che “Istat ha certificato che la domanda interna va bene e anche l’export netto, quindi grazie al governo del cambiamento non solo gli italiani spendono di più, ma anche gli stranieri comprano più italiano. Siamo invincibili. Il calo, se proprio di calo vogliamo parlare, è stato determinato dalle scorte”.

Vuol dire che è chiaramente in corso un complotto dei magazzinieri. Sono tecnici, d’altronde. E di sicuro pure del Pd.

A domani.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook