Claudio Scaccianoce
Adrenalina e motori
23 Marzo Mar 2019 1944 23 marzo 2019

Le V NERE protagoniste a Torino.

Cop

Non è un PalaVela sold out quello che accoglie le V Nere di Bologna domenica 17 marzo a Torino.

In cartellone l’incontro di serie A Fiat Auxilium Torino vs Virtus Segafredo Bologna, valido per la 22 giornata di campionato. Si gioca alle 12,00 e questo orario domenicale sicuramente non aiuta a riempire l’impianto torinese, che in larghi spazi rimane desolatamente vuoto.

A scaldare l’ambiente, oltre alla curva di casa, una folta pattuglia di tifosi felsinei giunti per dare supporto alla propria squadra. Posizionati sopra la tribuna stampa, contribuiranno fortemente alla demolizione dei miei timpani, accompagnando i propri cori con tamburi, fischietti e trombe. Non particolarmente amichevoli i cori lanciati nei confronti dei tifosi di Torino che rispondono con altrettanto vigore.

photo credit: Francesco Scaccianoce

La Virtus giunge in riva al Po dopo tre turni coincidenti con tre sconfitte, occupando una posizione di centro classifica. Torino guarda gli avversari da una preoccupante posizione di coda.

Sulla panchina di Bologna debutta il coach Aleksandar Djordjevic, appena subentrato a Stefano Sacripanti. 51 anni (attuale ct della Serbia,) Djordjevic è alla terza esperienza da allenatore in Italia dopo quelle con Milano e Treviso. Nelle ultime due stagioni ha diretto dalla panchina il Bayern Monaco.

Aleksandar Djordjevic
photo credit: Francesco Scaccianoce

Si parte. Gli ospiti partono subito forte e si portano al comando del match. Non cederanno per tutto l’incontro la posizione di vantaggio nello score.

Il primo tempo non lascia scampo ai giocatori dell’Auxilium che non riusciranno mai ad accorciare lo svantaggio maturato nel corso della frazione: 3 a 11 — 5 a 13 — 7 a 20… Il fischio arbitrale chiude il primo quarto di gioco sul 11 a 27 per le V Nere.

Buona la compattezza di Bologna, con il solo Aradori che arriva troppo velocemente ai due falli, mentre Torino evidenzia una certa leggerezza nei contrasti. Notevole il coast to coast di Kravic a 3’30 dalla fine dopo avere recuperato un bel pallone.

Una tripla di Moore ed una bella schiacciata di McAdoo potrebbero segnare l’avvio di una rimonta

Secondo quarto. Si riparte con Bologna in possesso palla. Non cambia la musica. Dopo due minuti di gioco effettivo il punteggio dice Torino 11 - Bologna 31. Per contrastare una Segrafredo compatta e concreta, i giocatori dell’Auxilium provano ad alzare la frequenza degli scambi e la velocità del proprio gioco. Ne guadagna lo spettacolo senza dubbio, mentre sullo score questo cambio di atteggiamento incide relativamente.

Una tripla di Moore ed una bella schiacciata di McAdoo potrebbero segnare l’avvio di una rimonta per Torino, complice un black-out offensivo di Bologna; i tifosi di casa, perplessi e silenti, non hanno però il piacere di vedere la svolta dell’incontro, che torna in breve tempo sotto il controllo ospite.

A -3 minuti dal termine il tabellone dice Torino 19 - Bologna 33. 26 a 38 il punteggio finale del secondo quarto, con una Auxilium migliore ed una Virtus Bologna impassibile.

L’intervallo è caratterizzato da alcuni giochi sul parquet dei ragazzi più giovani e dalla presenza della sempre bellissima Cristina Chiabotto. Dalla tribuna degli ultras felsinei si alzano cori d’amore nei confronti di Beppe Poeta, indimenticato capitano delle V Nere ed oggi maglia numero 8 di Torino.

photo credit: Francesco Scaccianoce

Terzo periodo. I padroni di casa partono schierando sul parquet Hobson, Cotton, Moore, Jaiteh e Wilson. Ora o mai più. E’ in questa frazione che i ragazzi dell’Auxilium danno un brusco colpo sull’acceleratore e cercano di riaprire il match. Torino difende molto meglio, domina i rimbalzi e trova la tripla del -5 con Moore (35-40) quando mancano poco più di cinque minuti al termine del periodo. Il pubblico di Torino si rianima e Djordjevic chiama un time out per risintonizzare i suoi giocatori.

Alla ripresa del gioco il più ispiratore sembra essere Taylor che trascina le V Nere, realizza sei punti in fila e riporta i suoi a +10 a 3’19.

45-54 è lo score finale del terzo quarto, con gli ospiti sempre avanti.

Ultimo quarto. Aradori apre le danze (45-56), Jaiteh avvicenda Cusin. A 7’15” dal termine lo score dice 45-62. Bologna macina tranquilla il suo gioco, Torino sembra non crederci più.

Due triple di Aradori per la Virtus ed una certa imprecisione in attacco dell’Auxilium mettono la parola fine all’incontro ben prima del fischio finale degli arbitri. Ogni volta che Torino prova a mettere in campo le energie di riserva, Djordjevic chiama il time out per raffreddare la vis agonistica dei padroni di casa. Gli ultimi minuti servono solo per dare una misura al tabellino; la gara termina 64 a 80 per la Virtus.

Torino ha pagato a caro prezzo la troppa disinvoltura dimostrata in avvio di gara.

Torino ha pagato a caro prezzo la troppa disinvoltura dimostrata in avvio di gara; il gap maturato nei primi minuti della prima frazione di gioco ha pesato come una gerla piena di sassi sulla groppa dei padroni di casa. Bologna ha meritato la vittoria, non ha brillato ma ha saputo essere concreta. I punti raccolti fanno classifica ma soprattutto morale.

Torino langue nella parte bassa della classifica e dovrà dare una scossa ad una crisi che sembra più mentale che tecnica. Entrambe le formazioni hanno ancora molto da dire in questa stagione. Le attendiamo alla prova dei fatti.

photo credit: Francesco Scaccianoce

FIAT TORINO: Wilson 5 (0/2, 1/3, 2/4), Anumba NE, Hobson 9 (3/7, 1/7, 0/0), Guaiana NE, Poeta 4 (0/3, 0/2, 4/4), Cusin 0 (0/1, 0/0, 0/0), McAdoo 6 (2/5, 0/2, 2/3), Jaiteh 16 (7/7, 0/0, 2/5), Marrone NE, Portannese 3 (0/1, 1/1, 0/0), Moore 11 (0/3, 3/7, 2/2), Cotton 10 (3/4, 0/3, 4/6), All. Galbiati.

SEGAFREDO BOLOGNA: Punter 8 (0/1, 2/3, 2/2), Martin 12 (6/8, 0/3, 0/0), Moreira 6 (3/8, 0/0, 0/2), Pajola 3 (0/1, 1/2, 0/0), Taylor 16 (4/5, 2/4, 2/3), Baldi Rossi 0 (0/1, 0/2, 0/0), Cappelletti NE, Kravic 9 (4/6, 0/0, 1/2), Aradori 17 (4/5, 3/7, 0/2), Berti NE, M’Baye 6 (1/4, 1/4, 1/2), Cournooh 3 (0/0, 1/3, 0/0), All. Djordjevic.

NOTE:

FIAT TORINO: T2: 15/33 (43%), T3: 6/25 (24%), TL: 16/24 (67%); Rimbalzi 35 (26d. 9off.), Perse 12, Recuperate 7, Assist 15

SEGAFREDO BOLOGNA: T2: 22/39 (56%), T3: 10/28 (36%), TL: 6/13 (46%); Rimbalzi 40 (28d. 12off.), Perse 11, Recuperate 7, Assist 19,

Arbitri: Martolini, Sardella, Capotorto

Fotoservizio: Francesco Scaccianoce Photography - www.francescoscaccianocephotography.com

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook