Maurizio Sgroi
il Cronicario di Crusoe
4 Aprile Apr 2019 1432 04 aprile 2019

Cresceremo! (e distribuiremo)

Money

Proverbio del 4 aprile Un uomo buono trova amichevole tutto il mondo

Numero del giorno: 111.530 Domande per quota 100 arrivate all’Inps

Annunciazione annunciazione (cit.): il governo non è soltanto interessato alla crescita, che arriverà e vorrei ben vedere il contrario, ma anche a redistribuirne i frutti “fra le varie fasce della popolazione”, come spiega con tono seducente l’avvocato del popolo all’anagrafe primo ministro (rectius: primo minestra). Mica penserete che potete decidere voi quello che volete fare coi soldi vostri.

Addirittura il nostro avvocato del popolo arriva a quantificare i soldi che entreranno in tasca ad ognuno di noi. “Si stima che il reddito disponibile procapite aumenterà di 1.621 euro da qui al 2021 grazie alle misure incluse nella nostra manovra”, ha detto senza neanche ridere. E mi raccomando l’1 finale. “Mi riferisco in particolare al reddito di cittadinanza, a quota 100, al piano straordinario di assunzioni nel pubblico impiego, all’estensione del regime forfettario delle partite Iva e a molte altre misure”. Quindi aumenteremo il reddito procapite sostanzialmente distribuendo il deficit procapite che andiamo a fare per aumentare il reddito procapite.

Acclarato che il nostro beneamato governo del cambiamento farà crescere debitamente (nel senso di debito) la nostra economia, e si occuperà anche di chi e in che misura ne godrà i frutti (fino al 2021, poi chissà), è opportuno sapere che al momento non ci sarà nessuna manovra correttiva né tantomeno una patrimoniale, come giura e spergiura Vicepremier Uno (o due, fate Voi), che peraltro assicura che la notizia della sostituzione del ministro Mammamia, che incidentalmente si occupa di Economia, “è una leggenda”.

Sempre incidentalmente, a proposito del fatto che il ministro Mammamia, in uno dei suoi frequenti momenti di autocoscienza, abbia azzerato le previsioni di crescita per il 2019, il nostro arguto Viceministro ha spiegato con la pazienza che si addice ai grandi leader che questo era prima dell’approvazione del Decreto Crescita, che arriverà oggi, grazie al quale l’economia com’è giusto che faccia crescerà, sennò che decretiamo a fare? Perché se l’economia pensa di far resistenza al governo del cambiamento, o addirittura opporsi, farebbe bene a candidarsi.

Per tutto il resto c’è sempre la postcard di cittadinanza.

A domani.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook